Nel Puro Pensiero il Divenire dell’Essere Umano

Nel puro pensiero tu trovi il sé che mantiene se stesso”.
Pensare dei pensieri puri è la caratteristica del discepolo esoterista quando pensa, ad esempio, la comparsa del mondo o il divenire umano.

E’ una preparazione a ciò che si raggiunge attraverso la meditazione e la concentrazione: l’allentamento dei quattro costituenti dell’essere umano che sono il corpo fisico, il corpo eterico, il corpo astrale e l’io. Se l’allentamento di uno di questi corpi appare più rapidamente degli altri, si presentano sul piano fisico gravi disarmonie e disturbi.

L’allentamento troppo rapido dell’io conduce ad esempio al nervosismo Bisogna che prima l’io si distacchi dal corpo astrale, poi questo dal corpo eterico ed infine quest’ultimo dal corpo fisico.

Questo processo è reso possibile dallo studio coscienzioso che conferisce all’io fermezza e punti di appoggio prima ch’esso allenti il suo legame col corpo astrale. Poiché la logica rimane simile anche sugli altri piani, è importante ch’essa sia acquisita sul piano fisico; se manca, nei mondi superiori ci si può confondere.

Ma non bisogna accontentarsi di pensare dei pensieri tratti dal mondo sensibile, né dalla sperimentazione, ma soprattutto puri pensieri astratti. Con questo mezzo si conferisce al proprio sé -l’io- la capacità di sussistere indipendente nello spirituale. Si tratta del primo passo nella scoperta di sé nel puro spirituale!

R. Steiner  (Berlino 1 novembre 1907 Lezioni esoteriche 1904/1909)

 

Acquista il Libro

Immagine Catrin Weilz Stein

Arabella

La mia pagina facebook: Remi di Luce

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione