Aritmia e Ansia da Reflusso

Battito cardiaco accelerato o irregolare, ansia che sale e aumenta al pensiero di avere un attacco cardiaco o infarto in corso. E poi scopri che il tuo cuore sta benissimo, semplicemente soffri di reflusso.

Questo post è per te, per farti capire cosa scatena tutto ciò e cosa si nasconde davvero dietro tutti questi sintomi.

Cosa succede quando abbiamo il reflusso?

In modo molto semplice e semplicistico, accade che il diaframma si contrae, creando tensione a livello del plesso solare e limitando la respirazione, rendendola più superficiale e rapida (ecco perché subentra l’ansia).

Questa tensione si riscontra anche a livello del nervo vago, che è uno dei 12 principali nervi del nostro corpo, che parte dal cranio e arriva all’addome, provocando il reflusso ed il battito cardiaco irregolare.

Ma quali sono le VERE cause di questo mix di disagi?

Il reflusso è uno dei tanti disturbi psicosomatici. In questo caso, infatti, le persone che ne soffrono hanno accumulato parecchie emozioni e con grande facilità c’è una situazione, o persona, che non tollerano più, che proprio non riescono a digerire.

Le persone che soffrivano di reflusso con cui ho lavorato, ad esempio, vivevano situazioni in cui avevano discussioni con soci in affari, accompagnate da lavori stressanti ed estenuanti, oppure ancora una vita molto frenetica e situazioni famigliari che mal sopportavano, ma che si facevano andare bene per non dover discutere. E così via.

Un lavoro mirato che ti aiuti a gestire le tue emozioni e lasciare andare tutti i carichi emotivi che hai accumulato è ciò che ti permette di uscire da questa spirale di disturbi, ma una respirazione profonda e diaframmatica può rivelarsi molto utile per iniziare ad alleviare i sintomi e l’ansia che vivi.

Respirazione diaframmatica: come si fa

Metti una mano sul petto e una sul ventre. Respira profondamente con il naso.

Quando inspiri, immagina di avere un palloncino nella tua pancia che deve essere gonfiato e gonfialo, gonfiando la pancia in modo naturale.

Quando espiri, sgonfia il palloncino, sgonfiando la pancia.

La mano sul petto resterà sempre ferma, mentre l’unica a muoversi sarà quella sulla pancia.

Con la pratica, farai sempre meno fatica e questo esercizio diventerà naturale.

Noterai che ti sentirai fin da subito più calmo/a.

Questo succede perché la respirazione diaframmatica scioglie le tensioni a livello dell’addome, ripristinando quella che sarebbe la normale e corretta respirazione in stato di calma.

Impara a respirare profondamente e soprattutto a lasciare andare tutte le emozioni che hai accumulato e che ti impediscono di vivere serenamente. Vedrai che anche il reflusso pian piano sparirà e tornerai libero/a di goderti la vita.

Con amore sempre,

Chiara

Chiara Donatini

Sono TantraYogaCoach® e insegnante di yoga e meditazione.

A 18 anni ho iniziato un profondo percorso di crescita personale e spirituale che mi ha portato a formarmi come terapista e operatrice olistica in diverse discipline, sempre con l’intento di seguire la mia Missione di vita: prendermi cura degli altri, accompagnandoli nell’emozionante viaggio di riscoperta di sé.

Aiuto le persone ad attivare il proprio potente magnete interno, in modo che possano attrarre a sé tutto quello che consente loro di amare follemente la propria vita, a partire da loro stesse.

Come lo faccio? Attraverso percorsi individuali e seminari di gruppo che uniscono meditazione, respirazione, riprogrammazioni energetiche e la spiritualità del Tantra e delle Ande.

In questo modo è possibile lasciare andare vecchi schemi mentali, condizionamenti consci ed inconsci e aprirsi a diventare i creatori consapevoli della propria realtà.

Sito internet: www.chiaradonatini.com

Facebook: www.facebook.com/chiaradonatinicoacheoperatriceolistica

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione