Waratah: il fiore australiano del coraggio

Il repertorio dei fiori australiani è molto ampio: Ian White, lo scopritore dei Fiori del Bush ne ha identificati ben 69.

Questo fiore, che cresce esclusivamente in Australia, di colore rosso fuoco, appartiene alla specie della Telopea, la speciosissima, che è considerata una delle specie di fiori più antiche del mondo, ed è in grado, con la sua bellezza e il suo colore inteso, di trasmettere tutta l’energia vitale che racchiude.

La pianta, che può essere alta fino a 3-4 m, ha fiori composti da tanti petali dal colore lucido e dalla forma sferoidale che possono superare i 10 cm di diametro; è un fiore talmente amato dagli australiani, da essere considerato il simbolo del loro Paese.

Già molto prima che il potere dell’essenza fosse scoperto da Ian White, gli aborigeni usavano il fiore a scopo medicinale: i capolini venivano immersi in una ciotola d’acqua che, quando era diventata dolce abbastanza grazie al rilascio del nettare, veniva somministrata ai bambini e agli anziani malati come tonico rinvigorente.

Il fiore del Waratah è utile nei momenti in cui si deve affrontare una crisi esistenziale, essenziale per far sì che l’anima evolva dal punto di vista spirituale.

È una situazione di indubbia disperazione, nella quale la persona non riesce a vedere la luce in fondo al tunnel né tantomeno la soluzione ai propri problemi, si sente abbandonata dal divino, senza speranze e si lascia trasportare dagli eventi della vita.

Il fiore dona quindi il coraggio per affrontare questa situazione di estremo disagio, così come la forza, la tenacia e la resistenzaper superare le difficoltà.

Il fiore porta in sé la capacità di sopravvivenza: le popolazioni aborigene che vivono nelle aspre zone in cui il fiore cresce se lo disegnano sul petto quando devono superare prove difficili, inoltre trasmette la capacità di affrontare e di adattarsi ad ogni tipo di emergenza.

Assumendo il Waratah, la persona sarà in grado di far affidamento sulle proprie capacità e trovare le forze interiori per osare anche nei periodi difficili. Oltre che nei casi di depressione più acuta, il Waratah è utile per chi subisce uno shock profondo, legato per esempio a un dissesto finanziario o a una guerra.

Ian White ne riporta l’efficacia miracolosa in caso di suicidio: la persona ritrova la fede e il coraggio necessari per affrontare la vita e la consapevolezza che non ci sono prove così difficili da non poter essere superate.

Se miscelato con altri fiori australiani, si mettono 7 gocce di ogni rimedio in una bottiglietta da 30 ml con 2/3 di acqua e 1/3 di brandy e se ne prendono 7 gocce per 2 volte al giorno (mattina e sera).

Se miscelato con altri rimedi di Bach invece, si possono seguire le indicazioni di Bach: 2 gocce per ogni rimedio nella boccetta da 30 ml e si prendono 4 gocce 4 volte al giorno. In entrambi i casi l’effetto sarà evidente.

L’assunzione può essere accompagnata da una affermazione che aiuta il rimedio a fare effetto in maniera più efficace:

Ora affronto tutte le situazioni con coraggio, tenacia e fede.
Ora sto trovando il coraggio e la forza per affrontare tutte le sfide della vita.


Scopri di più

Fonte: http://www.viviconsapevole.it

Ciao sono Eleonora Lombardo, una ragazza semplice alla ricerca della Vita.

Metto il coraggio in ogni cosa che faccio perchè ritengo che la nostra esistenza diventi più grande e ricca se ci lasciamo guidare dall’Amore e, al contrario, noiosa e priva di stimoli se ci lasciamo ingabbiare dalla Paura.

Sono una ragazza dinamica e vado sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo e originale, cerco di vivere senza troppi condizionamenti mentali per respirare con totalità il mio sacro istante presente.

La via della trasformazione interiore è qualcosa che mi accompagna giorno dopo giorno.
Amo la meditazione del qui e ora e le antiche tecniche energetiche cinesi, adoro anche leggere e scrivere.

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione