Utopia

Utopia, alla fine arrivi a comprendere che molte cose che vorresti vedere o sentire sono solo utopia, non voglio essere dissacrante, o forse si, ma in fondo so che sono diventata realista quanto basta per accettare che in questo mondo esistono vari livelli di intelligenza, diversi piani di coscienza e anime che seppur compiono il medesimo viaggio non sono affatto sincronizzate sullo stesso punto nella ruota dell’evoluzione.

E’ un bene arrivare a questa consapevolezza, è quella che ti fa davvero accettare ogni situazione per quella che è. Non si spreme succo da una rapa, o citando una frase del film il pianeta verde “l’insalata non cresce più in fretta neanche se gli spari”.
E’ così, semplicemente così, ognuno ha un punto diverso di osservazione del mondo, ciò che è scontato per alcuni, altri ne ignorano completamente l’esistenza.Pensate a un daltonico, non distingue i colori e tu puoi dirgli ripetutamente che quel colore è rosso, ma lui non potrà mai vederlo perché è strutturato in modo tale che per lui l’esperienza di riconoscere i colori non è possibile, e non gli si può fare una colpa.
Basterebbe tenere a mente questo per sospendere ogni tipo di giudizio o critica verso il prossimo, ma non è facile lo so.

Però si può solo prendere atto che l’umanità è divisa in due macro categorie, chi si mette nei panni del prossimo e prova a comprenderlo, e chi del prossimo non gli importa nulla perché è ancora a un livello evolutivo dove “l’io” è ancora più importante del “noi”.

Su questo pianeta convivono anime bambine, anime adolescenti e anime adulte. Le prime sono quelle che proiettano ogni cosa fuori di sé, sempre colpa di qualcuno e gli altri devono occuparsi dei loro bisogni, hanno appunto bisogno di genitori esterni che li guidino in tutto e per tutto.

Gli adolescenti sono quelli che si ribellano ai genitori (intendo autorità esterne), a volte in certe cose sono ancora bambini in altre hanno una maturità acquisita, questi sono coloro che stanno facendo un percorso per passare da un “io” a un “noi”, sono un punto di riferimento per le anime bambine, ma ancora non hanno sviluppato una totale maestria e si lasciano guidare dalle anime adulte che riconoscono come valide per loro. Vi ricordate quando eravate adolescenti che se papà diceva una cosa non l’accettavate, poi la medesima cosa la diceva un’amica della mamma e allora andava bene, le anime adolescenti prima che al messaggio danno riconoscimento al messaggero, e se in qualche modo questo rappresenta un’autorità a cui sottostare scatta la ribellione.

Infine le anime adulte, coloro che fungono da guida per gli altri, che sanno che la loro vita dipende esclusivamente da se stessi, non hanno più bisogno di qualcuno che gli dica cosa fare e come ci si comporta con il prossimo, sono realmente maestri di se stessi.

Detto tutto ciò, è pertanto inutile avere grosse aspettative sulle anime bambine perché come i daltonici hanno una visione ridotta della realtà, ed è evidente, non è un giudizio ma semplicemente prendere atto che è così, e forse per chi ha una visione un po’ più ampia è l’unica via per non cadere nell’amarezza e nella frustrazione.
Ognuno ha il proprio percorso, i propri mezzi, il proprio passo, e necessità diverse in tempi diversi, pretendere di essere tutti uguali è solo utopia, che esista vera fratellanza, unione, è utopia, che smettano le guerre è utopia, che tutti siano gentili e rispettosi è utopia, che tutti abbiano gli stessi valori è utopia. Compreso questo si vive meglio.
Inoltre è bene ricordare che in questo viaggio su questa terra, è indispensabile il caos, il movimento che si crea tra differenti stati di coscienza…ma questo è un altro lunghissimo discorso che necessita di un’argomentazione a parte che magari prossimamente scriverò.

Laura

Scopri di più

© Unsolocielo 2019. Tutti i diritti riservati

Laura Cireddu fin da bambina ha dovuto fare i conti con il suo spirito ribelle e curioso che l’ha spinta a porsi molte domande sul senso dell’esistenza e a non accettare risposte preconfezionate da una società che spinge tutti ad omologarsi a un modello comune.

Per quanto abbia provato a condurre la sua vita dentro ai margini, il desiderio di vedere oltre l’ha portata ad esplorare diversi percorsi spirituali per ritrovare la sua essenza.

La semplicità e la capacità di cogliere le infinite sfumature della Vita, sono divenute in questo modo le sue migliori attitudini esistenziali.

Il suo amore per la natura e per gli animali, unito agli anni di ricerca interiore, la portano a scrivere questo libro maturato dalla sua esperienza personale.

Le mie pagine: Alchemica-mente e Laura Cireddu

Email: laurasmile77@libero.it

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione