Meditazione della Formica

Estratto dal libro: Amici Maestri Animali

“Concentrati sul tuo respiro fino a raggiungere un rilassamento profondo. Inspira ed espira, sempre più profondamente, lentamente e rilassa tutto il corpo.
Osserva i pensieri che arrivano alla tua mente e lasciali andare, quando arrivano semplicemente lascia che sia e torna nuovamente al tuo respiro.
Sei sempre più rilassato, il tuo respiro è sempre più profondo, senti i tuoi piedi, sono sempre più leggeri, sono al sicuro puoi lasciarli andare, sali e senti i tuoi polpacci, le tue ginocchia, le cosce, le gambe sono leggere e senti che puoi lasciarli andare, così come il tuo bacino,  la schiena, il ventre… tutto il tuo corpo è sempre più leggero, sei al sicuro lascia andare, lascia andare le braccia il petto, le spalle, il collo, inspira ed espira, lascia andare, ammorbidisci anche il viso, respira sempre più profondamente, lascia andare, sei al sicuro, lascia andare la testa.

Fai ancora qualche respiro sempre più profondo, sempre più intenso e al mio tre lascerai il tuo corpo riposare… uno… due… tre.Sei seduto su una panchina all’ombra di un grosso albero, intorno a te il profumo di pino e resina, ascolti il rumore dell’acqua del fiume che scorre lì vicino, guardi le sfumature di verde tra piante, erba e foglie.

Poco distante dai tuoi piedi, attira la tua attenzione una fila di formiche indaffarate che procedono a passo spedito verso il loro formicaio che si trova ai piedi del grande albero sotto cui stai riposandoti, approfittando del suo fresco riparo.

Una formica interrompe la fila e viene verso di te, si arrampica su per la gamba della panchina e si ferma a pochi centimetri da te.
Ti osserva e tu stupito osservi lei.

Ti chiedi incuriosito la ragione per cui abbia lasciato la fila e le sue compagne e senti una voce risponderti: “ho lasciato la fila per comunicare con te, voglio porti una domanda”.
Anche se incredulo davanti a ciò che sta accadendo attendi che quella voce continui a parlare.

“Dimmi qual è il peso più grande che porti sulle tue spalle”.

Prendi il tempo per riflettere e poi rispondi: “il peso mio più grande è…”
La formica a questo punto ti dice “vuoi imparare ad alleggerire questo peso?
Cambia la prospettiva!
Questo peso che senti sulla tua schiena, dimmi cosa ti sta insegnando?”

Prendi il tuo tempo per riflettere e rispondi alla tua amica formica… “questo peso mi sta insegnando…”

La formica a questo punto si congeda da te “sono certa che imparerai molte cose ogni volta in cui una situazione ti sembrerà più grande di te, ricorda che dentro di te c’è molta più forza di ciò che pensi”.
La formica s’incammina e raggiunge velocemente il formicaio e le sue compagne.
Tu lentamente riconnettiti al tuo respiro, al tuo corpo, rientra dalla punta dei piedi fino alla testa, muovi un po’ le dita, quando ti senti pronto apri gli occhi… tre… due… uno.

Laura

Scopri di più

© Unsolocielo 2019. Tutti i diritti riservati

Laura Cireddu fin da bambina ha dovuto fare i conti con il suo spirito ribelle e curioso che l’ha spinta a porsi molte domande sul senso dell’esistenza e a non accettare risposte preconfezionate da una società che spinge tutti ad omologarsi a un modello comune.

Per quanto abbia provato a condurre la sua vita dentro ai margini, il desiderio di vedere oltre l’ha portata ad esplorare diversi percorsi spirituali per ritrovare la sua essenza.

La semplicità e la capacità di cogliere le infinite sfumature della Vita, sono divenute in questo modo le sue migliori attitudini esistenziali.

Il suo amore per la natura e per gli animali, unito agli anni di ricerca interiore, la portano a scrivere questo libro maturato dalla sua esperienza personale.

Le mie pagine: Alchemica-mente e Laura Cireddu

Email: laurasmile77@libero.it

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione
Logo