Chiediti come percepisce il mondo un bambino…

Puoi arrivare a comprendere profondamente l’altro solo se hai compreso profondamente te stesso.

Quando hai scrutato nel profondo dentro di te e riconosciuto le ferite del tuo bambino interiore, quando hai compreso come queste ti hanno portato a sviluppare una determinata personalità e a creare delle strategie di sopravvivenza, attacco o difesa, invasione o fuga che sia, solo allora davanti alle dinamiche messe in scena dall’altro, riesci a vedere cosa causa determinati atteggiamenti distorti e infantili.

Chiediti come percepisce il mondo un bambino?

Attraverso il filtro del “bisogno” di essere amato, di essere sostenuto,si affida all’esterno perché non è ancora autosufficiente, cerca giustamente qualcuno là fuori sia pronto a soddisfare le sue aspettative, un bambino però non ha la capacità di posticipare i suoi bisogni, vuole tutto e subito.

Cosa accade all’interno di noi mentre anagraficamente cresciamo?

Se quel bambino non è stato sostenuto, amato, reso indipendente, se nel luogo dove doveva ricevere amore gli son state inflitte ferite e mancanze, da adulto manterrà vive dentro di sé quelle dinamiche interiori che nell’infanzia “sembravano la soluzione” per ottenere l’attenzione che desiderava, per ricevere quell’amore di cui aveva bisogno.

Ecco che si cresce di età ma si resta bambini perché dentro si ha bisogno di colmare quel vuoto.
Chi fa un lavoro su di sé dovrebbe avere ben chiaro quali sono le ferite emozionali del bambino interiore, perché è la base necessaria per riconoscere attraverso la legge dello specchio cosa dentro di noi ci porta a reagire inconsapevolmente, cosa ci crea dipendenza, cosa scatena la nostra rabbia o frustrazione, perché in alcune occasioni diventiamo zerbini o tiranni.

Comprendere queste ferite allarga lo sguardo e la comprensione di ciò che ti porti dentro e di ciò che si portano dentro gli altri.
Pertanto alla base di tutto il lavoro di crescita lo specchio più importante è quello di rivedere il rapporto con entrambi i genitori, i rapporti da adulti altro non sono che il rapporto con il maschile e il femminile che ci hanno dato l’impronta della nostra personalità.

Dai genitori non si eredita solo il colore degli occhi, il naso o il colore dei capelli, dai genitori ereditiamo un pacchetto di informazioni che comprende tutta la catena che rappresenta la stirpe di antenati da cui discendiamo.

“La colpa dei padri ricadrà sui figli”, ed è realmente questo ciò che accade, un amore distorto si tramanda di generazione in generazione.
L’anello ultimo è il rapporto genitori-figli.
Tutto ciò che mettiamo in campo nelle relazioni parte da lì.

Un padre assente e che non ci fa sentire amate e accettate ci condurrà tra le braccia di uomini a cui dovremo elemosinare attenzioni oppure pretenderle con la forza.
Una madre debole e sottomessa al padre ci fornirà la cornice perfetta per creare ulteriore distanza con il maschile.
Un padre troppo autoritario e giudicante stroncherà la nostra autostima ed ecco che da adulti cercheremo all’esterno qualcuno che ci mostri il nostro valore.
Una madre che trascura un figlio crea una lacerazione e l’incapacità di amare e accettare l’amore etc etc.

Le dinamiche interiori variano a seconda della situazione che viviamo nell’infanzia, ma il fatto certo è che se non riprendiamo noi in braccio il nostro bambino interiore, lo guariamo dandogli la massima comprensione e amore, le relazioni che vivremo saranno sempre fallimentari, perché saranno basate sui nostri bisogni infantili proiettati all’esterno.

Laura

Scopri il mio Libro
Amici Maestri Animali

Scopri di più

Naturagiusta 2019-20. © Tutti i diritti riservati

Laura Cireddu fin da bambina ha dovuto fare i conti con il suo spirito ribelle e curioso che l’ha spinta a porsi molte domande sul senso dell’esistenza e a non accettare risposte preconfezionate da una società che spinge tutti ad omologarsi a un modello comune.

Per quanto abbia provato a condurre la sua vita dentro ai margini, il desiderio di vedere oltre l’ha portata ad esplorare diversi percorsi spirituali per ritrovare la sua essenza.

La semplicità e la capacità di cogliere le infinite sfumature della Vita, sono divenute in questo modo le sue migliori attitudini esistenziali.

Il suo amore per la natura e per gli animali, unito agli anni di ricerca interiore, la portano a scrivere questo libro maturato dalla sua esperienza personale.

Le mie pagine: Alchemica-mente e Laura Cireddu

Email: laurasmile77@libero.it

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione