Tradire per diventare donne libere

Quando si sente parlare di tradimento, il pensare comune lo associa al mero aspetto fisico e sessuale.
Esiste invece un tradimento che, come movimento dell’anima, permette emancipazione e libertà.
So che possono risuonare in te come parole molto forti e farti indignare.

Pensa a quanto è connesso al tradire. E a quanto coraggio sia necessario per farlo.
Tradire idee che ti hanno trasmesso su ciò che devi fare e non fare; su come devi pensare, come devi comportarti e agire. Non facile scindere tra le idee e chi te le ha fatte assorbire.
Tradire è collegato ad un sentire. Io sento di tradire nel momento in cui vivo le relazioni come dei ganci dove regnano ricatti affettivi, sensi di colpa e minacce di abbandono.
Dove invece le relazioni sono su un piano di parità, al confine, nel rispetto e stima reciproca, non c’è tradimento.
Diventa un passaggio necessario solo dove ci sono legami affettivi che ingabbiano e non liberano, dove è necessario percorrere la propria strada, a volte in solitaria.
Dove sentiamo di tradire le aspettative dell’altro.
Questo in sintesi accade ogni volta in cui scegliamo noi stesse rispetto all’altro.
Tradire un genitore, un amico, un amore.

Ogni volta in cui, imboccata la strada della libertà, scegliamo di lasciar andare imposizioni, idee per noi e sul mondo differenti, anche a costo di essere giudicate pazze, strane, esagerate, ignoranti.
Uscire da un copione di mancanti, di povertà, di vittime comporta anche questo. Assumersi il peso del tradimento e della colpa. Come moderne Eve che abbandonano il paradiso.
Tradiamo ogni volta in cui esprimiamo un’idea diversa dai più, ogni volta in cui scegliamo di amare qualcuno che non piace a nostra madre, ogni volta in cui non siamo più disposte ad accettare compromessi di un certo tipo.

Tradiamo l’altro per non tradire noi stesse. Questo è il punto. Abbiamo la sensazione di tradire, ma in realtà è l’assunzione della responsabilità di noi stesse, delle nostre idee, del nostro sentire e di ciò che sappiamo volere e buono per noi.
La prima via per la libertà e per poter poi tornare. Libere di vivere relazioni autentiche.
L’altro avrà da compiere la sua strada per poter comprendere che non è stato tradimento e compiere quel salto fuori di sé e dalle sue aspettative di plasmarti. Se non ci riuscirà, avrà da compiere il suo percorso.
Abbiamo da tradire quando è stato superato il nostro confine. Siamo state invase nella nostra sacralità.

Un abbraccio
Roberta

Scopri il mio Libro
Potente come un canto

Scopri il libro

Edizioni Unsolocielo 2018-20. © Tutti i diritti riservati

Ciao! Sono Roberta. Sono un coach. Il mio coaching è diverso, è wild!
Non sono sono un coach nel senso “classico” del termine.

Aiuto le donne a ritrovare il loro unico potere femminile, messo da parte, nascosto e diminuito. Per educazione ricevuta, amori sbagliati, doveri. Ti aiuto a dire SI a chi sei, con i tuoi talenti ed il tuo potere. Ti aiuto a dire no a giudizi, sensi di colpa e paure. NO a mancanza di autostima, vergogna e ricatti affettivi. NO al rinunciare ai tuoi sogni, ad accontentarti, per paura di non essere amata e abbandonata.
Ti aiuterò piuttosto ad essere te stessa, nella tua autenticità e quindi nel massimo di chi sei. In tutto il tuo Valore.

Aiuto le donne:
– che vogliono scoprire come portare nelle loro vite i loro talenti e che vogliono vivere una vita in accordo con la propria anima e in autenticità
– che hanno bisogno di ricominciare, di dare maggiore valore a se stesse, di rimettere in sesto le loro vite

Se vuoi scoprire di più su di me, chi sono e i miei percorsi visita il mio sito: www.robertabailo.com
Seguimi su Facebook : Roberta Bailo wildcoach

Per ricevere i regali di coaching: “I primi tre passi nel tuo potere“” e “Le 5 domande wild per potenziare il tuo femminile“. Clicca qui

 

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione