Quando una donna fa i capricci…

Messo così, in modo diretto, può sembrare assurdo, eppure ci dicono di non fare i capricci, oggi, come quando eravamo bambine. Ce lo dicono gli altri, come ce lo diciamo noi stesse, quando desideriamo o proviamo qualcosa che esula da quello che i più che ci stanno intorno ritengono appropriato.

Il mondo ha paura delle persone libere, perché si sente messo in discussione. La libertà spaventa.

Le donne che desiderano e chiedono fanno i capricci, rompono le balle, danno fastidio, perché il desiderio è scomodo, una donna che sente e pensa nel fluire libero, smuove troppo e crea problema.

Le etichette così e i giudizi fioriscono e proliferano.

Non fare i capricci non viene esplicitato molto spesso, ma aderisce ad una convinzione che ci portiamo dentro, tra le altre.

Di essere bambine capricciose, nel momento in cui esprimiamo un nostro desiderio, bisogno o curiosità.

E in automatico ci boicottiamo e castriamo, quindi.

Come se, tra l’altro, fare le bambine o esserlo in certi frangenti, fosse cosa riprovevole e da assolutamente eliminare.

Anche qui è necessario un doppio ribaltamento.

I bambini non fanno i capricci. So che questa frase così perentoria, può scombussolarti. Ma è così.

Ciò che superficialmente tendiamo a etichettare capriccio, è tutt’altro. È il comportamento fuori dalle righe, conclusione finale di mancato ascolto e di mancata attenzione di bisogni e limiti legittimi. Di mancanza di sani confini, a volte, di soddisfacimento dei bisogni di base.

Quando esprimi un bisogno non stai facendo i capricci. Chi stabilisce che cosa lo sia? E poi, perché non si possono fare, al limite?

Recuperare la bambina che sei stata è un’ottima cosa. Se lei fosse più presente, tanti aspetti delle nostre vite andrebbero molto meglio.

Infine, un suggerimento oggi, per iniziare ad entrare in questa dimensione. Segna in due colonne distinte in un foglio:

  • faccio i capricci quando…
  • non faccio i capricci quando…

Un abbraccio
Roberta

 

Scopri il mio Libro
Potente come un canto

Scopri il libro

Edizioni Unsolocielo 2018-21. © Tutti i diritti riservati

Ciao! Sono Roberta. Sono un coach. Il mio coaching è diverso, è wild!
Non sono sono un coach nel senso “classico” del termine.

Aiuto le donne a ritrovare il loro unico potere femminile, messo da parte, nascosto e diminuito. Per educazione ricevuta, amori sbagliati, doveri. Ti aiuto a dire SI a chi sei, con i tuoi talenti ed il tuo potere. Ti aiuto a dire no a giudizi, sensi di colpa e paure. NO a mancanza di autostima, vergogna e ricatti affettivi. NO al rinunciare ai tuoi sogni, ad accontentarti, per paura di non essere amata e abbandonata.
Ti aiuterò piuttosto ad essere te stessa, nella tua autenticità e quindi nel massimo di chi sei. In tutto il tuo Valore.

Aiuto le donne:
– che vogliono scoprire come portare nelle loro vite i loro talenti e che vogliono vivere una vita in accordo con la propria anima e in autenticità
– che hanno bisogno di ricominciare, di dare maggiore valore a se stesse, di rimettere in sesto le loro vite

Se vuoi scoprire di più su di me, chi sono e i miei percorsi visita il mio sito: www.robertabailo.com
Seguimi su Facebook : Roberta Bailo wildcoach

Per ricevere i regali di coaching: “I primi tre passi nel tuo potere“” e “Le 5 domande wild per potenziare il tuo femminile“. Clicca qui

 

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione