Nel giorno dell’innamoramento…

Perché una festa degli innamorati?
Abbiamo bisogno di simboli, sicuramente. Quasi tutto è simbolo nelle nostre vite. Segno che rimanda ad altro. Un segno che ci può fare da specchio, di consapevolezza. Un simbolo intorno al quale costruire i rituali delle nostre vite. Rituali da caricare di senso, il nostro, un senso poi condiviso e condivisibile. Simboli che talvolta diventano un pretesto. Per segnare momenti importanti, per celebrare e gioire, maggiormente autorizzati. Feste che ci autorizzino a gioire. Rituali che scandiscano la ciclità delle nostre vite, per adornarne la circolarità.
Così voglio vedere una festa quasi esclusivamente commerciale. Da wild ovviamente non amo tutto ciò che rimanda a consumismo. Tuttavia ne voglio prendere il significato di rimando all’amore, in quel particolare senso che è l’innamoramento. Perché questo si celebra. Al di là di frasi fatte e luoghi comuni, userò questa ricorrenza per riflettere con te sull’amore. Da un altro punto di vista. Neanche voglio condurti oggi a pensare a quanto sei innamorata, a tutti gli uomini che ti hanno fatta soffrire, rifiutata o fatta sentire non voluta.
E neppure a quanto tu ti ami. Quanto tu sia innamorata di te stessa.

Voglio guardare l’amore oggi dal lato della vita che entra. L’innamoramento è vita nel suo massimo dell’entusiasmo. Quando sei innamorata sei…
ripensa a quando lo sei e poi ritrova quell’energia.
Si può anche essere innamorate della vita, così semplicemente.
Che significa permetterle di entrare e farsi spazio dentro di te.
Spazio tra tutti quei muri che hai eretto. Muri di diffidenza, di scetticismo, come quelle convinzioni su come debba andare la tua vita, per forza.
Quel famoso destino che altro non è che patti antichi di non vita, stipulati quando erano funzionali, ma che ora non hanno più senso di essere e che ormai sono diventati soltanto ostacoli.

Allora, oggi, il mio invito è quello di trovare una frase che ti dici rispetto a quella freschezza del vivere. Individuala e scegli che cosa ne vuoi fare. La vita è sofferenza. L’amore non esiste.
Continuare a nutrirla oppure lasciarla ormai cadere e scivolare via…
Questo, un gran bel modo per celebrare la festa degli innamorati… Un lasciar cadere che potrà aprire un varco in modo che l’altro possa avvicinarti.

Un abbraccio
Roberta

Scopri il mio Libro
Potente come un canto

Scopri il libro

Edizioni Unsolocielo 2018-21. © Tutti i diritti riservati

Ciao! Sono Roberta. Sono un coach. Il mio coaching è diverso, è wild!
Non sono sono un coach nel senso “classico” del termine.

Aiuto le donne a ritrovare il loro unico potere femminile, messo da parte, nascosto e diminuito. Per educazione ricevuta, amori sbagliati, doveri. Ti aiuto a dire SI a chi sei, con i tuoi talenti ed il tuo potere. Ti aiuto a dire no a giudizi, sensi di colpa e paure. NO a mancanza di autostima, vergogna e ricatti affettivi. NO al rinunciare ai tuoi sogni, ad accontentarti, per paura di non essere amata e abbandonata.
Ti aiuterò piuttosto ad essere te stessa, nella tua autenticità e quindi nel massimo di chi sei. In tutto il tuo Valore.

Aiuto le donne:
– che vogliono scoprire come portare nelle loro vite i loro talenti e che vogliono vivere una vita in accordo con la propria anima e in autenticità
– che hanno bisogno di ricominciare, di dare maggiore valore a se stesse, di rimettere in sesto le loro vite

Se vuoi scoprire di più su di me, chi sono e i miei percorsi visita il mio sito: www.robertabailo.com
Seguimi su Facebook : Roberta Bailo wildcoach

Per ricevere i regali di coaching: “I primi tre passi nel tuo potere“” e “Le 5 domande wild per potenziare il tuo femminile“. Clicca qui

 

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione