Dialogare con l’Anima…

Chissà come sarebbe la vita, se avessimo la possibilità di comunicare senza il linguaggio verbale…
Se non ci fossero le parole e i pensieri, che il più delle volte ci mascherano agli altri e soprattutto a noi stessi…
Se potessero dialogare solo le anime, oltre i nostri filtri, che si trasformano in messe in scena di una realtà che, ad un’analisi attenta, rivela tutta la sua costruzione meccanica…

Chissà come sarebbe, se quello che si riesce a cogliere, in quelle frazioni di istanti in cui siamo davvero fedeli a noi stessi, fosse il nostro modo di essere naturale…
Chissà come sarebbe, se riuscissimo a vedere la nostra luce e se la facessimo vedere anche agli altri…Sarebbe così bello che quando la vediamo, anche per pochi attimi, non riusciamo a reggerla, ci trafigge ogni cellula e ci fa scappare.
Succede quando una canzone ci fa e-mozionare e com-muovere e ci nascondiamo.
Quando vediamo in un gesto di un amico, conoscente, parente qualcosa che ci risuona, che ci sembra familiare e sentiamo un movimento interiore, qualcosa che vibra e ci fa e-mozionare e com-muovere.
Quando un tramonto, un paesaggio, un fiore, un quadro, una poesia, un sorriso, un gesto, uno sguardo, un discorso ci fa e-mozionare e com-muovere.
E-mozionare significa muovere, portare fuori, smuovere.
Com-muovere significa muoversi con…

E’ quello che accade quando ci muoviamo fuori dallo stato in cui siamo, andiamo fuori da noi stessi, dalla nostra personalità, o dentro noi stessi, verso la nostra interiorità, la nostra anima, il nostro vero Sé.

Chissà come sarebbe, se vivessimo sempre in movimento, verso la nostra interiorità e verso gli altri.
Se, muovendoci verso di noi, trovassimo la nostra autenticità e la offrissimo agli altri, interagendo da esseri autentici, veri.

Chissà come sarebbe, se ci lasciassimo prendere e travolgere dalla Bellezza!
Dalla Bellezza risvegliata in noi da un tramonto, una canzone, un fiore, un gesto, un sorriso, dai colori del Cielo!

Risvegliata in noi, perché la conserviamo dentro.
L’abbiamo dentro perché lo siamo.
Il mondo è un nostro riflesso.
La bellezza che vediamo all’esterno ci emoziona e ci conduce alla bellezza che abbiamo dentro.
Ci conduce alla bellezza che siamo!

Siamo Bellezza, siamo Bellezza allo stato solido.

Bisogna ribellarsi all’incapacità di vedere la bellezza.
A chi vuole costringersi e costringere a credere che il mondo sia solo quello fatto di cemento, solo quello fatto di fatica, corse, scadenze, dover fare, dover essere.

Bisogna dire “No” a chi ostacola la vita, quella vera, e impone la sua ignoranza, la sua paura, i suoi limiti, le sue visioni distorte.
Bisogna riappropriarsi della propria capacità di essere bellezza, vedere bellezza, creare bellezza.
Questo mondo lo creiamo tutti insieme, l’abbiamo reso cieco, grigio, vuoto, asettico, freddo, limitato, tutti insieme.

Ma se c’è chi lo vede diverso, è bene che lo veda e lo viva a modo suo.
Se c’è chi non vede, chi ostacola la bellezza, anche in buona fede, per pura ignoranza, e la blocca negli altri, è bene metterlo al suo posto e non lasciarsi influenzare né condizionare.
Proveniamo da secoli in cui il mondo è stato creato sulla base di visioni cieche, intrise di blocchi, pregiudizi, paure, e lo abbiamo portato al punto che conosciamo tutti, che non capiamo, che non vogliamo.

E allora, occorre riappropriarsi della capacità di creare il mondo attraverso la bellezza, che si ha e che si è.
Ma prima, per riuscirci, è necessario riscoprirla quella bellezza, riscoprirla dentro se stessi.
Chi non la vede si perde lo spettacolo e chi la vede farebbe bene a farla vedere anche agli altri.
C’è tanta bellezza che è pronta a riemergere e ci sta aspettando e la lasciamo aspettare, perché ci ostiniamo a rimanere lontani da noi stessi e ci facciamo influenzare da chi non è in grado di aprire gli occhi e pretende di indicare la strada agli altri.
Non va più bene!

Il mondo non va bene, perché continuiamo a rimanere lontani dalla bellezza che siamo e aspettiamo…ma cosa aspettiamo?!

Vittoria

Per info su consulti, letture e percorsi, contattami QUI

Tratto dal mio libro
25 come Picasso 21 come Dio
Scopri Subito il Libro

© Naturagiusta 2019-20. Tutti i diritti riservati

Vittoria Cucciarrè

Avvocato fuori, ricercatrice dentro.
Il mio percorso di crescita personale e spirituale non è iniziato per mia scelta, è stato lui a scegliere me.
Non sono titolata, non ho frequentato corsi, non ho verità da rivelare.
Sono una persona curiosa, che ama ricercare, indagare, scoprire e farsi ancora domande.
Anzi, prima di amarlo, questo è quello che sono.
Non so nemmeno io dove sto andando, dove e se arriverò, non so neanche più se sto cercando qualcosa di definito.
Ma so che è quello che mi piace, che mi fa stare bene e che ha rivoluzionato e migliorato la mia vita.

Segui la pagina facebook: Vittoria Cucciarrè – La via della Bellezza

Contatti: veranikatraanimaedego@gmail.com

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione