Datti il permesso di esistere. Accettandoti. Ora.

Se accetto pienamente il mio stato, troverò la pace.

Non mi lamento del fatto che dovrei essere più santo, più bello,
più puro rispetto a quello che sono ora.
Quando sono bianco, sono bianco, quando sono nero, sono nero, punto e basta.
Questo atteggiamento non impedisce che continui a lavorare su di me
per poter diventare uno strumento migliore;
l’accettazione di sé non limita le aspirazioni, al contrario, le nutre.

Perché ogni miglioramento partirà sempre da ciò che si è realmente.

Alejandro Jodorowsky

 

E se resti lontana da Te stessa soffri.

E se non ti permetti di essere Te stessa ti senti in prigione.

E se non sei Te stessa è come se ti mancasse sempre qualcosa.

Ma chi ti tiene lontano da Te stessa?

Tu. Semplicemente Tu.

E allora c’è una cosa che puoi fare.

Osservare la tua storia. Le tue radici, la storia della tua vita. La tua ombra, quelle parti di Te che non vorresti mai che ti appartenessero.

Osservare le tue fragilità, la tua vulnerabilità. Ciò che di Te non ti piace, che rifiuti, che vorresti abbandonare da qualche parte, ciò che senti ingiusto. Perché è facile accettare gli aspetti più luminosi di Te. Diverso è, invece, andare a fondo di quegli aspetti che non vorresti mai che ti appartenessero.

Accorgerti di essi. E accettarli, pienamente, come parti di Te.
 

 
Riconoscendo quali ruoli hai giocato fino a qui, quali maschere hai indossato, senza giudicarti. Portare l’attenzione a Te stessa.

E poi decidere.

Di accorgerti semplicemente di ciò che sei, mettendoti a fuoco.

O a nudo, è uguale.

Facendo attenzione alle parole che dici, ogni giorno a te stessa.

Quante volte ti senti ripetere: “non ce la faccio più”, “non sono abbastanza qualcosa..:”, “non mi merito di …”. Quante volte ripeti queste parole a te stessa?

Tu hai altre parole per Te, da qualche parte. Ma non sei più abituata a sentirtele dire. Forse non le hai nemmeno mai ascoltate. Le parole d’amore verso Te stessa, intendo. Forse hai letto in tanti libri che è necessario amarsi, ma non sai nemmeno lontanamente da che parte iniziare.

Anzi, è probabile che non sai nemmeno cosa significhi davvero.

Accorgerti.

Accettarti.

Permetterti.

Amarti.
Il vocabolario dice che accettare significa “consentire ad accogliere, a ricevere”.

Ecco, credo allora che la libera scelta che hai stia in questo.

Se accettare con rassegnazione, lamentandoti passivamente della vita, del destino o della sfortuna. O se accettare invece con fiducia. E quel pizzico di coraggio che basta per riprenderti la responsabilità della tua vita.

Aprendoti totalmente ad essa.

Stando in essa, sentendola pienamente in Te.

Impegnandoti con essa, proprio come succede quando accetti un nuovo incarico.

Provando la stessa gratitudine come quando accetti un regalo inaspettato.

Sentendo il cuore che vibra come quando accetti l’abbraccio di qualcuno che ami.

Che accettare sa proprio di permettersi. Di accogliere, ricevere.

Che si tratti di un assegno, di un incarico, di un amore. O della vita stessa.

Margherita

Scopri il mio Libro
Chiudi i Tuoi Occhi

Scopri il Libro

Mi chiamo Margherita Rusconi.
Sono Donna e Madre. E anche Counselor Olistico.
 
Per anni ho lavorato, prima come assistente sociale e poi con ruoli di coordinamento, presso alcuni servizi sociali territoriali rivolti in particolare a minori e famiglie. Dopo la nascita della mia terza bimba, ho scelto di reinventarmi professionalmente fondendo le mie competenze in ambito sociale con la formazione olistica ed energetica.

Ecco, se dovessi ripensare ai momenti più importanti della mia vita, credo di poterli ricondurre innanzitutto alla nascita dei miei figli e all’esperienza di essere Madre. Come se in qualche modo la maternità avesse scandito le fasi evolutive più importanti della mia crescita personale, mettendo completamente in crisi l’identità che fino ad allora avevo costruito. Questa crisi, sfociata anche in concomitanza alla scoperta di un tumore al collo dell’utero, mi ha spinta ad intraprendere un percorso personale, formativo e di ricerca personale, che mi sta portando ogni giorno a svelare, persino a me stessa, ciò che IoSono, che ha mi ha portata a vedere le illusioni su cui avevo fondato la mia vita fino a quel momento. E a ripartire da me stessa, al di là delle mie ferite, assumendomi la piena responsabilità della mia vita, imparando a cogliere i segnali che pian piano la mia Anima mi stava rivelando.

E ciò che IoSono nasce dalla mia storia, e va oltre di essa, senza più imprigionarmi o limitarmi dalle ferite che ho vissuto. Ciò che IoSono è una ricerca costante legata al mio essere Madre e al mio essere Donna. Legata alla consapevolezza di essere molto di più di questo corpo fisico, che pensa e talvolta si permette di provare qualche emozione. Una ricerca legata all’energia femminile, in particolare rispetto alle ferite che il femminile si porta dietro. E legata alla sessualità e all’armonizzazione del principio maschile e femminile, prima di tutto in ciascuno di noi.

Attraverso parole, percorsi, trattamenti energetici e vibrazionali diversi, desidero accompagnare le persone che incontro, individualmente o in gruppo, a ripartire da se stesse, prendere in mano le redini della propria vita e farne una meraviglia. Un passo alla volta.

Permettendo loro di risplendere per la Luce che sono.

Sessioni e trattamenti offerti:

– Colloqui di consapevolezza

– Trattamenti energetici: reiki, massaggio spirituale del piede, Metodo I Misteri del Femminino per Uomini e Donne di Isabella Magdala

– Lettura dei Registri Akashici

– Theta Healing

– Consulenza Fiori di Bach

– Meditazione e Mindfulness

CONTATTI

SITO: https://quellascintillanelcuore.wordpress.com/

FACEBOOK: https://www.facebook.com/margherita.rusconi?ref=bookmarks

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/quellascintillanelcuore/

EMAIL: margheritarusconi@gmail.com

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione
Logo