2021 – L’arte di Comunicare

Il 2021 sarà un anno mercuriano, legato quindi alla velocità e alla comunicazione. Saper comunicare, quindi, non è mai stato così importante.

Molte persone credono che comunicare significhi solo parlare bene, ma quello che devi sapere è che la comunicazione parte prima del dialogo, è una vera e propria arte che, se padroneggiata, può cambiarti radicalmente la vita.

Ascolto

La predisposizione ad ascoltare è la base per una buona comunicazione: infatti, solo se sei interessato all’argomento e aperto a ricevere informazioni dal tuo interlocutore, potrai dare e ricevere molto.

Ascoltare è un gesto di profondo rispetto, poiché richiede totale attenzione da parte tua verso ciò che ha da dirti l’altro, senza interromperlo, ma semplicemente lasciandolo libero di esprimersi. Quando ascolti qualcuno, gli stai donando te stesso ed il tuo tempo, perciò chiediti innanzitutto se vuoi davvero ascoltare quello che l’altro ha da dirti; in caso affermativo, offri completamente la tua presenza ed attenzione.

Quando ascolti davvero una persona, la fai sentire accolta ed il risultato è che il vostro legame si rafforzerà, così come la sua fiducia verso di te, anche a livello inconscio.

Linguaggio non verbale

Postura e gesti sono più importanti di quanto non sembri, in quanto comunicano attraverso -e con- l’inconscio. L’argomento è molto vasto, ma ti do qualche spunto interessante.

Incrociare gambe e braccia significa chiusura e disinteresse, e riduce inoltre la quantità di informazioni che riesci ad immagazzinare, così come mettere un oggetto fra te ed il tuo interlocutore denota distaccamento e mancanza di fiducia e apertura.

Via libera quindi a postura rilassata, aperta e campo libero fra te e l’altro.

Un consiglio? Inclina il busto leggermente in avanti: significa che sei estremamente interessato a ciò che l’altra persona ha da dirti.

Empatia

Si parla sempre più spesso di empatia in quanto qualità che permette di comprendere le emozioni dell’altro, poiché si è in grado di calarsi nei suoi panni, condividendo ciò che prova (o ha provato).

Essere empatici crea una profonda intimità, apertura e profondità nel dialogo, poiché l’altra persona si sente accolta, compresa e sostenuta e quindi libera di aprirsi con noi.

Attenzione: va bene avere empatia, ma è anche necessario avere un giusto distacco, altrimenti rischiamo di farci carico di emozioni pesanti che non ci appartengono: ad esempio, se una persona si sta sfogando con noi, piangendo, e noi iniziamo a piangere, all’altro mancherà completamente il sostegno da parte nostra, poiché non siamo in grado di fare da contenitore.

Dialogo (di qualità)

Sia che siamo quelli che hanno iniziato il discorso, sia che siamo invece gli ascoltatori, è importante avere un dialogo di qualità.

Nel momento in cui parliamo, dobbiamo infatti avere ben chiaro quello che intendiamo dire e/o lo scopo che vogliamo raggiungere attraverso il dialogo.

Passione ed emozione sono le chiavi nell’espressione di sé, dei propri intenti e sono indispensabili per coinvolgere gli ascoltatori.

Osservare le reazioni e le espressioni non verbali del nostro interlocutore è utile per capire se lo stiamo annoiando, oppure è distratto o se invece ci sta ascoltando con attenzione: in questo modo abbiamo uno strumento per capire quanto possiamo dilungarci e con chi riusciamo a fare un certo tipo di discorsi.

Note importanti

Durante un dialogo, devi sempre chiudere i circoli, quindi è bandito qualunque sguardo vuoto o assenza di reazione. Annuire, e assentire con la testa o a voce, aggiungere un “sì”, “capisco”, “certo”, “mmm” (…) fa di te un attento ascoltatore agli occhi dell’altro.

Fare domande di approfondimento e richiedere dettagli, fa sentire all’altro che sei interessato a lui/lei, a quanto ti sta dicendo e al suo punto di vista.

È un elemento fondamentale soprattutto in una coppia, poiché attraverso le domande si manifesta interesse, apprezzamento e attenzione verso il/la partner e verso il suo mondo interiore, e questo permette di comprenderlo/a maggiormente e dare più profondità al rapporto.

Chiedere all’altro come si sente in merito ad una situazione, cosa ne pensa di un determinato argomento e chiedere ulteriori dettagli relativi a quello che ti ha appena raccontato o di qualcosa che gli/le sta molto a cuore ti sorprenderà quanto può far bene alla tua coppia e a tutte le tue relazioni!

Ti lascio questi piccoli ma importanti spunti e vedrai che se metterai in pratica tutti questi consigli, le tue relazioni miglioreranno: godrai di rapporti di coppia, famigliari, lavorativi e sociali più profondi e di qualità maggiore. Non solo, sarà tutta la tua vita a migliorare!

Un abbraccio

Chiara

Chiara Donatini

Sono TantraYogaCoach® e insegnante di yoga e meditazione.

A 18 anni ho iniziato un profondo percorso di crescita personale e spirituale che mi ha portato a formarmi come terapista e operatrice olistica in diverse discipline, sempre con l’intento di seguire la mia Missione di vita: prendermi cura degli altri, accompagnandoli nell’emozionante viaggio di riscoperta di sé.

Aiuto le persone ad attivare il proprio potente magnete interno, in modo che possano attrarre a sé tutto quello che consente loro di amare follemente la propria vita, a partire da loro stesse.

Come lo faccio? Attraverso percorsi individuali e seminari di gruppo che uniscono meditazione, respirazione, riprogrammazioni energetiche e la spiritualità del Tantra e delle Ande.

In questo modo è possibile lasciare andare vecchi schemi mentali, condizionamenti consci ed inconsci e aprirsi a diventare i creatori consapevoli della propria realtà.

Sito internet: www.chiaradonatini.com

Facebook: www.facebook.com/chiaradonatinicoacheoperatriceolistica

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione