I Dodici Soli: il Sacro Cerchio Maschile

[adrotate banner=”25″]
 

A piedi in direzione verso il sole, diretti verso la via del cuore incontro ai sogni e alla realizzazioni dell’ essere.

Quando andiamo verso il sole cerchiamo in esso le risposte.

E’ la ricerca dell’uomo che ambisce a capire chi è, e quello che desidera compiere, una strada che porta all’infinito.

Il percorso maschile ne rappresenta l’autenticità, il sole trasforma attraverso i viaggi emotivi il cuore dormiente e attraversa il fuoco acquistando la sua forza e la sua potenza verso il grande tesoro: la conquista di se stessi.

Anche gli uomini possiedono i loro cicli, imparare a identificarli e a onorali e finalmente un ricollegarsi ai cicli naturali della Terra.

Per la donna è un pò più semplice individuare i cicli, grazie alle mestruazioni ed alla luna, riesce a trovare un proprio equilibrio interiore, un passaggio verso i mondi, ma per l’uomo?

Quali sono i cicli dell’uomo?

Se pensiamo al sole, pensiamo agli uomini, essi hanno più potere su questo meraviglioso astro.

Un ciclo annuale, in connessione con la ruota ciclica, dove si passa nel corso dei dodici mesi dalla luce all’ombra, dall’estate  all’inverno.

Se ci avviciniamo ai molti miti, vedremo che il Dio nascerà in Inverno, il bambino divino, portando la promessa della vita nel periodo di Yule (Natale) perché è proprio quando il sole raggiunge il punto più alto delle tenebre, che comincerà a guadagnare forza, a poco a poco portando il nuovo nella vita.

Arrivata la Primavera, quando il bambino diventerà giovane sentirà potenza dentro di se, la voglia di costruire se stesso ed inizierà a scoprire la vita.

Verrà attratto dalla Dea e incomincerà a liberare la sua sessualità e si sentirà più adulto, andando incontro cosi all’estate nel vestire il ruolo caldo della paternità, di colui che genera, consacra e che valorizza il suo seme: il nettare di Luna, raggiungendo così il suo punto più alto, ricomincerà a cadere pian piano di nuovo nelle tenebre.

L’Autunno è sicuramente la stagione più misteriosa, in quanto ritornando nel grembo della grande terra, cercherà nelle buio della vita l’appartenenza, il richiamo degli antenati maschi ma anche il richiamo delle generazioni future. Nell’autunno imparerà la dualità, a muoversi nell’inconscio, la separazione, per poi ritrovare dopo il viaggio negli inferi, a Yule la rinascita.

Gli dei maschili collegati alle stagioni sono:

Inverno: Horus- Krisna- Ade

Primavera: Eros-Pan- Brahma

Estate: Apollo- Lugh – Zeus

Autunno: Odino- Thot –Anubi

L’uomo che comprende i cicli delle stagioni e agisce secondo i suoi  ritmi , segue il flusso della natura e  si riappropria della sua vera essenza.

Nel profondo, internamente a questi cicli stagionali,  si riflette il potere della luna con i suoi passaggi, i suoi flussi in una alternanza di equilibri.

Carla Babudri

Abbiamo aperto, insieme a una mia cara amica e maestra Gloria Musella, una pagina dedicata al Sacro Maschile : L’uomo nel Maschile Divino chi avrà piacere a darci suggerimenti, consigli sarà ben accolto in questo progetto condiviso di risveglio per tutti.

Con affetto

Carla e Gloria

 

[adrotate banner=”33″]

 

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione