Se hai un sussurro d’amore, consegnalo agli alberi…

In una notte di Luna piena mi fu raccontata una storia ai piedi di un grande albero…
Con la considerazione di essere al cospetto di un antenato, sussurrando con ossequio parole tramandate, racconto questa storia d’amore così come mi è stata narrata, e svelerò un antico segreto…

C’era una volta o dopodomani, una ragazza innamorata.
La giovane donna con lo sguardo trasognato e lontano, si recava nel bosco in ogni momento libero. Tutti al paese, compresa la famiglia, pensavano fosse una triste storia, la povera ragazza soffriva per il classico amor impossibile, ostacolato da eventi funesti.
Allora con compassione la lasciavano girovagare tutta sola nel bosco, pensando che si allontanasse per non essere vista mentre si disperava.

La giovane donna invece, si sedeva sotto la Betulla più alta della selva e le consegnava parole d’amore e sospiri languidi mentre sognava il suo amore accanto lei, facendo tesoro dei ricordi e della memoria delle piante che li avevano visti unire corpo e anima proprio in quel luogo.

Depositava segreti, baci e carezze, sussurrando promesse e progetti sulla loro vita insieme, senza mai dubitare della benevolenza e del sostegno della grande Betulla.

Finché, insieme alla pioggia, il suo amore tornò.
Nessuno sapeva di quell’arrivo e alla stazione non c’era nessuno ad aspettarlo.
Camminò sotto l’acquazzone senza fermarsi nemmeno per appoggiare il bagaglio.
Entrò nel fitto del bosco perché sapeva che là l’avrebbe incontrata.

E lei era sotto la sua Betulla che sussurrava parole di passione, con una mantella ormai fradicia ma senza sentire il freddo di quel giorno d’autunno. Era l’amore a prendersi cura di lei.

E poi lo sentì arrivare. Portava con sé tutto il peso dell’esperienza ma il suo cuore era leggero e integro, perché la Betulla e tutte le piante del bosco gli avevano portato le parole d’amore della sua amata.

Nessuno sa bene come e perché, ma se hai un sussurro d’amore consegnalo agli alberi, e non andrà perduto.

Dopo questa storia, nessun albero fu solo un albero e, con il rispetto dovuto e lo sguardo sognante, sussurro storie d’amore a boschi e foreste.

Enrica

Scopri il mio Libro
Il Fuoco di Berkana

Scopri il Libro

ENRICA ZERBIN, nata e cresciuta tra campagna, fiume e mare, dove ha scoperto la magia dei cicli lunari e appreso l’uso delle erbe medicamentose delle campagne, insieme agli antichi rituali legati alla Dea e agli elementi; eredità delle sue antenate.
Ricercatrice e studiosa di miti e leggende (con particolare interesse per l’antica saggezza nordica), della simbologia di varie culture, degli archetipi, del Sacro Femminile e della Grande Dea fino allo sciamanesimo.
Iniziata alle Rune tramite l’Elemento Acqua; aiuta con questo importante strumento a svolgere un profondo lavoro di lettura dell’ombra e delle memorie nascoste.

Nel dicembre del 2015 esordisce col suo primo romanzo, Tu Mi Hai Salvato La Vita, edito da Cinquemarzo: una storia sull’importanza degli avi e la saggezza degli anziani, dell’amore nato in circostanze impensabili e bizzarre sincronicità.
Nel 2019 esce il suo secondo libro, La Danza Del Seme Selvaggio, rocambolesco viaggio di due donne non più giovanissime che si trovano, loro malgrado, a dover stravolgere la loro vita e a lasciare la famigerata zona comfort.
Un iniziale dramma si trasforma, per Anthea e Miriam, in una straordinaria avventura tra i sentieri alpini, con la sola guida di una mappa disegnata da una misteriosa vecchia guaritrice.

Nelle sue opere al femminile, sottolinea l’importanza del viaggio, che sia mistico o fisico, per superare i limiti imposti da società e credenze sbagliate a cui la donna ha dovuto sottostare per secoli.

Segui il mio BLOG

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione
Logo