Scegli un Mandala e scopri il tuo Nodo Karmico

1
ABBANDONO

Il tuo blocco si è originato in un tempo lontano, molte vite addietro; eri ancora bambino e hai perso i tuoi genitori per un incidente, così hai dovuto affrontare la vita senza di loro. La tua reazione a questa perdita, non è stata elaborata, eri troppo piccolo per comprendere il senso di questo tuo destino; ti sei lasciato così sprofondare nella tristezza, e non hai mai accettato questa sofferenza come parte integrante del tuo percorso verso la luce. In questo modo la tua stessa incomprensione e difficoltà di accettazione, hanno creato un vuoto esistenziale attorno a te sempre più grande, un karma di continua sofferenza per abbandono, e più ne avrai paura, più la vita espanderà questa tua esperienza.

RISOLUZIONE POSITIVA: Accetta che gli altri possano lasciarti ed andarsene per il loro cammino in qualsiasi momento, impara ad amare anche nell’assenza, anche quando sai che non puoi controllare, manipolare, mantenere qualcuno vicino a te. Impara ad amare e lasciare andare, fidandoti del destino che la vita ha in riserbo per ogni uno di voi, ama e lascia andare.

2
SOLITUDINE

Ti senti spesso solo, come se fossi dentro ad una bolla di vuoto esistenziale, e per quanto tu possa cercare di compensarla con la presenza di persone o cose, non riesci mai a colmare quella sensazione di isolamento interiore che ti accompagna ormai da molte vite. Il tuo nodo Karmico nasce dalla paura di affrontare i tuoi lati oscuri, la responsabilità di avere a che fare con la parte meno razionale di te stesso, per paura di scoprire che non sei quello che credevi di essere, di non essere quello che gli altri vogliono che tu sia. Ma se non avrai il coraggio di entrare nel profondo della tua Anima, per illuminare il tuo buio, allora la bolla di solitudine che ti confina dentro, diventerà sempre più grande, e profondamente dolorosa.

RISOLUZIONE POSITIVA: non continuare a riempire la tua vita cercando attenzioni, cose, o impegni all’esterno di te stesso; fermati ad osservare bene cosa ti stai portando dentro, resta da solo per un periodo, per accogliere le tue imperfezioni nell’amore, per esprimere il tuo dolore; presta attenzione al tuo sentire liberando la rabbia che hai accumulato per molte vite; esprimi ogni verità che per paura di non essere accettato, amato, valorizzato, hai nascosto per così tanto tempo a te stesso, ed al resto del mondo.

3
RABBIA/AGGRESSIVITÀ

Il tuo blocco è stato generato da una forte rabbia che con il tempo si è trasformata in aggressività repressa, quindi si riflette all’esterno attraverso gli altri. Molto tempo fa, hai giudicato senza comprendere le azioni delle persone che ti hanno provocato sofferenza, ed in questo modo hai indurito il tuo cuore; quello che non comprendi però, è che l’essere umano viene qui sulla terra per fare esperienza dell’ombra, quindi in questo cammino è compreso l’errore. Il perdono e la compassione sono gli strumenti che hai a disposizione per trasformare l’imperfezione umana in amore e luce, e sono sempre gli stessi che ti libereranno dalla tua condizione di blocco; continuare a chiuderti dentro alla tua corazza di risentimento, non ti porterà nessun risultato, tranne quello di peggiorare la tua situazione e di farti ammalare nel tempo, quindi lasciala andare, esprimi il tuo dolore.

RISOLUZIONE POSITIVA: il primo passo per liberarti dalla rabbia, è riconoscere le tue ferite e trovare il coraggio di esprimerle per prima a te stesso, poi alle persone che potranno ascoltarti e darti un sostegno. Permettiti di essere arrabbiato, confuso, deluso, fai uscire tutte queste emozioni della tua infanzia, ed osservale mentre si liberano nell’aria per trovare finalmente pace, attraverso la tua compassione.

4
IMPOTENZA

Ci sono stati momenti nei quali la vita ti richiedeva di fidarti, di non muoverti e di non fare nulla, poiché quello era il giusto percorso del tuo destino, ma tu invece di accettare la situazione e comprendere l’entità della lezione in quel karma, ti sei sentito incapace ed in colpa, hai pensato che avevi il dovere di fare qualcosa, di cambiare in qualche modo la situazione, o te stesso, ma non potendolo fare, ti sei sentito impotente! La vita ti ha messo nelle condizioni di non poter fare nulla, proprio perché non dovevi fare nulla! Per il più alto bene di tutte le parti coinvolte, soprattutto quando è implicata una situazione di sofferenza; l’unica cosa che potevi fare, e non hai fatto, era quella di accettare quella situazione come parte integrante della felicità.

RISOLUZIONE POSITIVA: ora è il momento di fidarti del progetto esistenziale del tuo cammino, e di quello degli altri, di comprendere che se non riesci a fare nulla all’esterno, semplicemente non lo devi fare! Ma puoi cambiare la reazione dentro di te, portare l’attenzione a come ti senti in quelle situazioni per trasformarle in fiducia ed accettazione, così potrai sciogliere il nodo. Liberati dal senso di impotenza, sapendo che tu stesso hai creato quella situazione per permetterti di sperimentare la fiducia interiore ed allinearti con la Creazione.

5
PERDONO

Perché non riesci ad accettare i tuoi sbagli con amore? Cosa ti fa credere che non dovrebbe esistere l’errore, o che ti dovresti comportare secondo un’ideale di perfezione mentale!? Sei troppo esigente, prima di tutto con te stesso, perchè non ti sei mai permesso di sbagliare in santa pace, di essere imperfetto, e vivere i tuoi limiti con amore, così hai iniziato ad incolpare anche gli altri, a giudicarli, a correggerli e proiettare la tua infelicità interiore in tutti quelli che non riescono ad essere abbastanza bravi a fare qualcosa, che non si dimostrano utili, o che non riescono ad essere all’altezza delle tue aspettative! Perché è così che ti sei sentito un giorno, e da allora non ti sei mai perdonato, e così non riesci a perdonare neppure gli altri, vivendo in uno stato di pregiudizio costante.

RISOLUZIONE POSITIVA: fermati e non cercare più una perfezione mentale, amati per la persona imperfetta che sei ed abbi compassiona per ogni tuo limite umano, comprendi che i tuoi errori sono giusti, perdonati quello che non hai saputo fare un tempo. Datti il permesso per essere strano, diverso, folle; non esiste nulla da giudicare o da cambiare, per quanto ti possa sembrare che qualcosa non sia adeguata, nella sua inadeguatezza, nel suo errore, è necessaria all’evoluzione, quindi perfetta.

6
LA COLPA

Ci è stato un momento della tua vita in cui hai creduto di doverti sentire in colpa per non essere come la tua mente si aspettava, forse sei stato in grado di dare, o fare qualcosa in particolare che gli altri un tempo pretendevano da te, e per questo motivo, ora ti senti sempre in colpa ad ogni occasione. Dentro al tuo inconscio hai registrato di non essere meritevole quindi della felicità che desideri, ti senti colpevole, e non riesci neppure a chiedere ciò che ti serve quando ne hai bisogno; così a volte ti sembra di dare fastidio e provi un senso di disagio quando te ne rendi conto. Tutto questo perché un giorno hai accettato di sentirti in colpa, sbagliato, e quindi di punirti continuamente: riflettendolo anche sulle persone a te vicine, pensi che dovrebbero sentirsi in colpa per il loro comportamento, o perlomeno in dovere di fare qualcosa per rimediare sempre e comunque ai loro sbagli, perché in fondo è quello che tu ti sei obbligato a fare per tutta la vita, quindi perché loro non dovrebbero farlo?! Ma soprattutto, perché esistono queste persone così menefreghiste?!….Per colpa tua! Perché tu pensi di doverti preoccupare, scusare, e sentirti in colpa per qualsiasi cosa….

RISOLUZIONE POSITIVA: liberati dalla colpa permettendo a te stesso di sbagliare, datti il permesso di stare bene con te stesso anche se non sai fare qualcosa, o non sei in grado di dare quello che gli altri si aspettano da te. Datti la pace che non sei mai riuscito a darti e rilassati, smetti di voler raggiungere obbiettivi solo per dimostrare il tuo valore, ma soprattutto inizia a non dare importanza a cosa sia giusto o sbagliato obbligandoti a rientrare in schemi mentali, guardati con compassione, come un genitore farebbe con il proprio figlio, così potrai alleggerire la tua vita.

7
SFIDUCIA

Non riesci mai a vivere in completa fiducia il tuo presente, ne a fidarti veramente degli altri, perchè non hai saputo avere fiducia in te stesso, quando avevi bisogno del tuo supporto e di credere nelle tue capacità; hai dubitato così del tuo potere, hai avuto paura, e questo atteggiamento ti ha sottratto potere, facendoti entrare in uno stato di continuo squilibrio per sfiducia. Hai perso un poco la speranza di essere aiutato, amato, supportato, ma se tu iniziassi a credere in te stesso e nella vita, se solo smettessi di osservare da quel punto così negativo ogni situazione, per dare l’occasione all’esistenza di poterti dimostrare il contrario, invece di continuare a pregiudicare, perchè è così che ti comporti! Tu determini ne peggior modo il tuo destino, scegliendo di non avere fede, di non connetterti al tuo cuore, e questo in pratica sarebbe il tuo nodo karmico.

RISOLUZIONE POSITIVA: ristabilisci la connessione con te stesso attraverso la comunicazione, intenta parlare con le tue varie parti per conoscere meglio chi sei e per lasciare riemergere con più fiducia tutte le tue capacità latenti, abbi il coraggio di lasciarti libero dal pregiudizio, di sentire che va tutto bene, che sei protetto, amato, e che sei a casa; il mondo è la tua realtà vogliono facilitarti questo percorso, tu solo credici di più e permettilo…Pensare di meno, e senti di più!

8
DISTACCO/RIFIUTO

Non sei riuscito ad integrare completamente la sofferenza nel percorso della tua vita, hai reagito rifiutando ciò che ti creava dolore creando un distacco dalla tua realtà presente, ma in questo modo ti sei distaccato anche dal tuo copro e dal suo lato positivo. Probabilmente hai pensato che per riuscire a difenderti da alcune situazioni di difficoltà fosse meglio prendere le distanze dalle tue vere emozioni, dalle tue sensazioni e dagli altri, quindi dal mondo, ma con il tempo in questo modo hai perso anche il collegamento con la Fonte dell’amore, e quindi ti sei indebolito, poiché in quella posizione non puoi accedere al tuo potere per cambiare questa realtà.

RISOLUZIONE POSITIVA: l’unico modo per migliorare la tua vita è riprenderti il controllo delle tue emozioni e vivere appieno dentro la tuo vascello fisico; non puoi restare in disparte a guardare rifiutando ogni sensazione e pretendere che qualcosa possa cambiare, se non rientri nel tuo corpo in totale accettazione e riprendi il comando, non accadrà nulla. Quindi ora accompagna il tuo corpo umano nel suo cammino, inizia a condividere ed accettare i suoi processi, in questo modo potrai agevolare la manifestazione di una miglior versione della tua realtà.

Nawal

Scopri il mio Libro
I Codici dell’Acqua


Scopri il Libro

Sessioni di Risveglio Trascendentale

Mi rendo disponibile per sessioni di persona oppure tramite chiamata.Puoi contattarmi, per ricevere maggiori informazioni, – scrivendomi a: kaoujaj@gmail.com o inviandomi un messaggio con whatsapp: 0034/604262908

Mi chiamo Nawal Kaoujaj, mi sono resa disponibile per dare voce al nostro Spirito, sono il corpo fisico reso canale attraverso il quale l’energia della Vita cerca di riversare l’Amore nel mondo, lo sei anche tu se lo vuoi permettere, poiché in realtà sono la versione di te stesso frammentata dalla tua attuale esperienza cosciente!
Sono focalizzata in questo corpo per scoprire le verità celate dietro al velo del dolore e della superficiale illusione, ho scelto di ascoltare la potente frequenza d’Amore dentro di me (e dentro ogni persona) che mi ha connesso allo Fonte Creatrice rivelandomi la mia personale Chiamata Interiore: canalizzare messaggi di Luce affinché possano servire nel facilitare il percorso di tutte le Anime come me, in cammino verso la miglior versione di loro stessi per innalzare la frequenza del Pianeta.

Attraverso ogni mia parola ci riunisco dal mio intento nel solo Unico Spirito di Luce che Siamo.

Scopri il mio SITO
Scopri la mia pagina FACEBOOK

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione