Rinascere attraverso le tue cicatrici

L’arte del kintsugi ci ricorda che rendere le tue cicatrici volutamente visibili invece che minimizzarle, è riconoscere il tuo valore e rinascere attraverso di esse.

Kintsugi e la tradizione giapponese

Il kintsugi, che letteralmente significa “riparare con l’oro”, è una tecnica giapponese che consiste nell’utilizzo di oro o argento liquidi per sistemare oggetti rotti in ceramica o porcellana. Si tratta di un antico metodo che prevede l’utilizzo del metallo prezioso in modo da saldare i pezzi rotti.

La storia che vuole trasmettere è quella della rinascita.

ll risultato finale porta a un oggetto ancora più bello dell’originale, con delle note preziose. Inoltre, l’oggetto sarà unico e irripetibile per i cocci frantumati in maniera irregolare. Con la tecnica del kintsugi si dà nuovo valore agli oggetti eseguendo una riparazione volutamente visibile invece che minimizzarla.

La Metafora e la tecnica del kintsugi è l’arte delle nostre preziose cicatrici

Rompendosi, la ceramica prende nuova vita attraverso le linee di frattura dell’ oggetto, che diventa ancora più pregiato.

L’arte di abbracciare il danno e di non vergognarsi delle ferite,
è la delicata lezione simbolica suggerita dall’antica arte giapponese del kintsugi.

Quando una ciotola o un vaso prezioso cadono frantumandosi in mille cocci, noi li buttiamo con dispiacere. Eppure c’è un’alternativa, una pratica giapponese che fa l’esatto opposto: evidenzia le fratture, le impreziosisce, aggiungendo valore all’oggetto rotto.

Si chiama kintsugi (金継ぎ), o kintsukuroi (金繕い),
letteralmente oro (“kin”) e riunire, riparare, ricongiunzione (“tsugi”).

Ogni pezzo riparato diviene unico e irripetibile, per via della casualità con cui la ceramica si frantuma in maniera irregolare, così le ramificate decorazioni che si formano vengono esaltate dal metallo.
Ci ricorda che le cicatrici diventano bellezza da esibire, ognuna con la propria trama da raccontare, questo proprio grazie all’unicità delle crepe che si creano quando l’oggetto si rompe, come fossero le ferite che lasciano tracce diverse su ognuno di noi.

L a tecnica kintsugi potrebbe essere stata inventata intorno al XV secolo, quando Ashikaga Yoshimasa, ottavo shogun dello shogunato Ashikaga, dopo aver rotto la propria tazza di tè preferita la inviò in Cina per farla riparare.
Purtroppo le riparazioni all’epoca avvenivano con legature metalliche poco estetiche e poco funzionali. La tazza sembrava perduta, ma il suo proprietario decise di ritentare la riparazione affidandola ad alcuni artigiani giapponesi, i quali sorpresi dalla tenacia dello shogun nel riavere la sua amata tazza, decisero di provare a trasformarla in gioiello riempiendo le crepe con resina laccata e polvere d’oro.
Durante il governo di Yoshimasa si assistette allo sviluppo dell’Higashiyama bunka, un movimento culturale fortemente influenzato dal buddhismo Zen e che diede origine alla cerimonia del tè (anche Sado o via del tè) e ad altre forme di arte dalla forte simbologia.

Non si deve buttare ciò che si rompe. La rottura di un oggetto non ne rappresenta più la fine. Le sue fratture diventano trame preziose.
Si deve tentare di recuperare e nel farlo ci si guadagna.

È l’essenza della resilienza

Simona

Scopri il mio Libro
Crescere Insieme a tuo Figlio

Scopri il Libro

Immagine di copertina: Dominique Fortin

Edizioni Unsolocielo 2020. © Tutti i diritti riservati

Simona Muratori  

Facilitatrice del Cambiamento e Portatrice di Presenza, ama aiutare le persone a vivere il cambiamento come esperienza di vita in maniera proattiva rispetto a reattiva, e nello stato di “Presenza” come fanno i bambini.
Si definisce una Comadre, che in lingua spagnola significa “Essere contemporaneamente l’una la madre dell’altra”. Ama l’ascolto creativo, cioè andare oltre le parole, intravvedere l’inespresso, permettendo così all’altro di esprimere la propria essenza.

Educatrice del Talento, consapevole che ognuno ha doni autentici, quelli che fanno cantare il proprio cuore, a cui dare “voce”, prima riconoscendoli e condividendoli, in modo che ognuno possa porre la propria “firma” nell’ Universo. Crede che ogni essere si possa realizzare appieno quando si sente connesso con i suoi valori e coerente fra ciò che fa e ciò che è.

Coach di Relazioni Autentiche ed Evolute, a partire da quella che abbiamo con noi stessi, e da lì espanderci con amore verso l’altro, che sia un compagno di viaggio, che siano i nostri figli, che siano i nostri genitori, o chi ci ha accompagnato per un pezzetto di vita, poco importa se un giorno, un anno o una vita.

Life Coach e Coach Family, ha fondato la prima Accademia Italiana che Certifica Coach con specializzazione nel Family Coaching. In pratica unendo il coaching, con l’educazione per la famiglia in un format di laboratori evolutivi, ludici e creativi per l’intero nucleo familiare, il tutto durante il periodo delle vacanze.

Coach Separazioni Evolute: Infatti crede che lo scopo di una relazione sia che entrambe le parti si aiutino a crescere ed evolvere, se questo non accade ha senso separarsi consapevolmente. Il come farlo fa parte dell ‘evoluzione personale, e atto di responsabilità verso se stessi e verso i propri figli

Il mio sito: Simona Muratori

  • Fondatrice dell’Accademia Coaching Relazionale, Accreditata dall’Ente Associazione italiana Coach
  • Docente dell’Accademia Coaching Relazionale
  • Scrittrice del libro best seller “Crescere Insieme a tuo figlio
  • Family Coach, occupandosi nello specifico di comunicazione, gestione emozionale e relazioni di coppia e genitoriale.
    Puoi visitare la pagina: https://www.facebook.com/BentornativersolEssenza/   e sito https://www.simonamuratori.it/
  • Creatrice della https://www.facebook.com/groups/crescereinsiemeatuofiglio/e della rubrica ”L’ Amore in Ascolto”
  • Ideatrice del Nuovo Sistema di Vivere la Vacanza con la Famiglia: https://www.facebook.com/vacanzefamilyesperienziali/La Vacanza dove ci si “Mette In gioco”, con sé stessi e giocando con i tuoi figli, per tornare a casa con nuove risorse e una migliore qualità di comunicazione e di armonia
  • Istruttrice Nazionale con lo Csen, nella Formazione Metodo Gioia® 4 Kids Arte di educare con Gioia & Movimento Creativo Metodo Gioia4Kids per bambini dai 3 ai 10 anni.(metodo che lavora sulla triade: Psicomotricità, arte, energia) per bambini dai 3 ai 10 anni,
  • Facilitatrice del Metodo Tuav® -Tutta un’altra Vita, mi merito il meglio, ideato da Lucia Giovannini-BlessYou
  • Coach certificata Omega Healing di Roy Martina
    Oracle Coach certificata con il metodo di Roy e Joy Martina, tiene sessioni di coaching individuali attraverso il processo di canalizzazione

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione