Ogni persona che fa parte della tua Vita è un Dono

La mia umanità è legata alla tua,
perché possiamo essere umani insieme
Desmond Tutu

Ogni persona che fa parte della tua Vita è un Dono.
Alcune lo vediamo, lo sentiamo. Lo sappiamo. Che sono un Dono nella nostra vita.
Lo riconosciamo attraverso il loro semplice esserci.
Il loro amore incondizionato.
Il loro cuore che pare pulsare allo stesso ritmo del nostro.
Con queste persone possiamo permetterci di stare completamente nudi, l’uno di fronte all’altra. Al di là di ogni ruolo, di ogni definizione, di ogni sapere.

Possiamo permetterci di emozionarci e dare spazio al nostro sentire più intimo, e profondo, in uno scambio reciproco e autentico che avviene nel cuore. Che si nutre di parole, e di silenzi. Di condivisione. E chiarezza.

Altre persone, invece, ci sembrano una Prova, più che un Dono.
Attraverso la loro vulnerabilità, la loro fragilità ci portano costantemente a fare i conti con la nostra vulnerabilità. E con la nostra fragilità.
Attraverso il loro estremo bisogno di controllo che talvolta sentiamo soffocante, castrante quasi, ci portano a fare i conti con il nostro bisogno di controllo. Soffocante.
E alle volte castrante.
Attraverso la loro invadenza che ci sembra una vera e propria invasione, ci portano a fare i conti con la nostra stessa invadenza. Che può arrivare come una vera e propria invasione.

Attraverso i loro consigli non richiesti, i loro “si fa così, questi sì, questo no…”, ci portano a fare i conti con i consigli che noi diamo. Mai richiesti. E con le nostre convinzioni, le nostre credenze.
I nostri schemi di pensiero che finiscono per dare forma ai nostri “si fa così, questo sì, questo no”.

Attraverso il loro rifiuto, possiamo fare i conti con i nostri stessi rifiuti. Persino quelli che riserviamo a noi stessi. E in fondo queste persone che paiono una Prova ci mettono davvero a dura prova.
Perché ci portano inevitabilmente a fare i conti con parti di noi che proprio non vogliamo vedere. Eppure, portando proprio lì la nostra attenzione, aprendo gli occhi del cuore, possiamo scegliere di osservare quelle nostre parti. E farlo con dolcezza e fermezza.
Illuminare, quelle parti. Ed iniziare a prendercene cura. Facendo spazio alla nostra stessa fragilità, accettarla, integrarla. Affinché essa diventi la nostra forza. Così da imparare ad accettare la fragilità degli altri. Rinunciando al controllo e scegliendo la fiducia. In noi stessi. E negli altri, nella Vita, nell’Universo, in Dio.

Mettendo dei sani confini al nostro Spazio Sacro. E rispettando i confini dell’altro. Che pure ha uno Spazio Sacro.

Prediligendo l’ascolto, persino di noi stessi, ed aprendoci con meraviglia di fronte alla ricchezza e all’unicità di ciascuno. Noi compresi.
Allenandoci costantemente alla fermezza delle nostre intenzioni, quella fermezza che ci porta il coraggio e la costanza di seguire la nostra strada. A cadere e a rialzarci. Al nostro ritmo, a modo nostro. Senza giudicarci o criticarci severamente. E lasciando che l’altro possa fare altrettanto.

Imparando il discernimento, lasciando andare quei legami che hanno concluso la loro funzione ed oggi non sono per il nostro massimo Bene.
E scegliendo l’amore.
Di essere amore.

E allora sì, ci sono persone che sono una vera e propria Prova. Che si rivelano essere però il più prezioso dei Doni.
Per ciascuno di noi.
Certo, se scegliamo di riportare ogni relazione a noi e al significato profondo, alle rappresentazioni, che esse portano alla nostra vita.

Altrimenti possiamo semplicemente scegliere di allontanare quella persona da noi. Magari pure malamente. Lasciare un sospeso, fomentare i veleni del rancore, del risentimento, dell’accusa, della colpa, dell’incomprensione. Quei veleni che poi finiscono per alimentare i giudizi, la critica costante. E la competizione, o l’invidia e la gelosia.
Nostra però, non dell’altro.

Senza assumerci la responsabilità di ciò che, in quella relazione spetta a noi vedere, attraverso gli occhi del nostro cuore.
Fino alla prossima puntata.
Fino a quando nella nostra Vita busserà una nuova persona.
Con in mano però il medesimo copione.

Margherita

Mi chiamo Margherita Rusconi.
Sono Donna e Madre. E anche Counselor Olistico.
 
Per anni ho lavorato, prima come assistente sociale e poi con ruoli di coordinamento, presso alcuni servizi sociali territoriali rivolti in particolare a minori e famiglie. Dopo la nascita della mia terza bimba, ho scelto di reinventarmi professionalmente fondendo le mie competenze in ambito sociale con la formazione olistica ed energetica.

Ecco, se dovessi ripensare ai momenti più importanti della mia vita, credo di poterli ricondurre innanzitutto alla nascita dei miei figli e all?esperienza di essere Madre. Come se in qualche modo la maternità avesse scandito le fasi evolutive più importanti della mia crescita personale, mettendo completamente in crisi l’identità che fino ad allora avevo costruito. Questa crisi, sfociata anche in concomitanza alla scoperta di un tumore al collo dell’utero, mi ha spinta ad intraprendere un percorso personale, formativo e di ricerca personale, che mi sta portando ogni giorno a svelare, persino a me stessa, ciò che IoSono, che ha mi ha portata a vedere le illusioni su cui avevo fondato la mia vita fino a quel momento. E a ripartire da me stessa, al di là delle mie ferite, assumendomi la piena responsabilità della mia vita, imparando a cogliere i segnali che pian piano la mia Anima mi stava rivelando.

E ciò che IoSono nasce dalla mia storia, e va oltre di essa, senza più imprigionarmi o limitarmi dalle ferite che ho vissuto. Ciò che IoSono è una ricerca costante legata al mio essere Madre e al mio essere Donna. Legata alla consapevolezza di essere molto di più di questo corpo fisico, che pensa e talvolta si permette di provare qualche emozione. Una ricerca legata all’energia femminile, in particolare rispetto alle ferite che il femminile si porta dietro. E legata alla sessualità e all’armonizzazione del principio maschile e femminile, prima di tutto in ciascuno di noi.

Attraverso parole, percorsi, trattamenti energetici e vibrazionali diversi, desidero accompagnare le persone che incontro, individualmente o in gruppo, a ripartire da se stesse, prendere in mano le redini della propria vita e farne una meraviglia. Un passo alla volta.

Permettendo loro di risplendere per la Luce che sono.

Sessioni e trattamenti offerti:

– Colloqui di consapevolezza

– Trattamenti energetici: reiki, massaggio spirituale del piede, Metodo I Misteri del Femminino per Uomini e Donne di Isabella Magdala

– Lettura dei Registri Akashici

– Theta Healing

– Consulenza Fiori di Bach

– Meditazione e Mindfulness

CONTATTI

SITO: https://quellascintillanelcuore.wordpress.com/

FACEBOOK: https://www.facebook.com/margherita.rusconi?ref=bookmarks

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/quellascintillanelcuore/

EMAIL: margheritarusconi@gmail.com

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione