Luna di Maggio: Luna dei Fiori, Luna della Coppia

[adrotate banner=”25″]

Da quanto tempo non ari la terra?

La luna di Maggio è la luna del Nuovo Inizio, nel periodo di Beltane dove tutto ci parla di rinascita, è tempo di recuperare la strada, tagliare i legami con tutto ciò che ci fa paura e con quello che ci tiene incatenati al passato. Alleggerire il nostro giardino interiore. Nulla è perduto, la Luna dei Fiori è un ritorno alla vita, questa Luna ha il potere di portare in superficie tutti i desideri affinché tutto possa realizzarsi, ma bisogna lasciar andare il passato, svuotarsi dai condizionamenti, dalle delusioni, gli abbandoni, le aspettative. Svuotarci per far entrare la luce.

La Luna dei Fiori viene anche chiamata Luna della Coppia, proprio perché il suo periodo di potere è Beltane dove il Dio e la Dea si uniscono e creano la fertilità, il ritorno della vita sulla terra. Se desideriamo unione bisogna che il nostro giardino sia pronto ad accogliere, la Terra della donna preparata a ricevere il seme del Cielo (uomo). Se il giardino è nella sua aridità e il seme sparso abbondantemente, non troverà possibilità di affondare nel grembo della Grande Madre e germogliare. Lasciate che il vostro giardino sia arato, innaffiato, e reso fertile da questa Luna che ci porta il dono dell’amore come concime universale per rendere ogni anima un giardino fiorito. Il dono di questa Luna è l’amore, innamorarsi della vita. Amarsi è praticare la bellezza, la gentilezza, prendersi cura di se stessi. La grande madre dei fiori sparge su di noi il suo profumo e ci inebria del suo nettare, la nostra grande missione è portare la bellezza ovunque.

 

La Pianta del Mese

Rosa Canina

L’incanto della bellezza

La Rosa Canina è l’antenata di tutte le Rose che oggi sono coltivate. Secondo la mitologia, essa deve la sua nascita al sangue di Venere e del suo amante Adone e rappresenta l’amore che, attraverso la passione, genera la vita. La Rosa, associata a tutte le divinità femminili, ha una struttura rotonda e circolare, rappresenta il simbolo della completezza, della grazia, ma anche della voluttà, la passioni e la seduzione. La Rosa, il frutto dell’amore tra Marte e Venere, ti metterà in contatto con il tuo corpo fisico e con l’impermanenza d’ogni cosa presente sulla terra.

Essa viene a ricordarti il fluire del tempo che non ha inizio e fine, offrendoti il dono del rinnovamento, indicandoti la lezione della ciclicità. Il suo profumo inebriante rilasserà ogni stato d’alterazione nervosa, donerà pace ai sensi e aprirà il cuore verso la contemplazione della bellezza del creato, risvegliando con le sue qualità afrodisiache, l’eros e la passione che dimorano dentro in ognuno di noi.

 

 

La Dea del Mese

Pachamama, la Generosa

Sono la Dea dell’agricoltura, e della fertilità, della speranza venerata da tutti i popoli.

Appoggiati a me, troverai conforto, solidarietà, accoglienza. Sono qui per calmare la tua ansia. Consegnati all’impermanenza, dove tutto scorre inesorabile verso l’effimera fine.
Esercitati nel gioco della vita e cambia ciò che vorresti cambiare e perditi nei tuoi sensi, sarò sempre vicina al tuo cuore, sei nella scintilla nel miracolo della tua vita.
Quanto sforzo nel rimanere radicato, ricorda che sono qui per infrangere le tue paure”.

 

Con amore
Carla Babudri
www.storiadiunapoesia.it

[adrotate banner=”33″]

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione