La Sessualità come Evoluzione della Coscienza

Gurdjieff afferma che nel momento in cui i centri lavorano correttamente o comunque hanno a disposizione più energia, le impressioni vengono introdotte con maggiore vividezza.
 
Tale idea si ritrova in Reich, secondo il quale più energia orgonica abbiamo a disposizione per le attività degli organi di senso, sia come nutrimento, sia in termini di impulsi nervosi, meglio gli organi lavorano e più vivide e luminose appaiono le impressioni.
 
L’energia orgonica è un termine coniato da Wilhelm Reich per definire una forma di energia che descrisse in alcuni esperimenti pubblicati alla fine degli anni trenta.
 
Egli affermò che l’energia dell’orgone (o energia orgonica) permeava un determinato spazio, che la malattia era la conseguenza dell’impoverimento o del blocco dell’energia all’interno del corpo.
 
Egli battezzò questa forma di energia orgone, in quanto in seguito ipotizzò una correlazione funzionale tra il fluire dell’energia nel corpo umano e l’orgasmo (da cui appunto deriva il termine “orgone”). Per Reich l’energia orgonica si trova nell’aura, nella Kundalini, nel Prana e nell’energia Ki.
 
In sostanza, più l’energia orgonica sviluppa la propria luminescenza all’interno del cervello e più sottili sono le impressioni da esso elaborate.
 
D. Brahinsky
 
    
 

Immagine: Mark Demsteader
 
Arabella

La mia pagina facebook: Remi di Luce

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione
Logo