La narrazione di un corpo sfiorato d’amore

E’ cosi che narro una storia fatta di carezze,
che gettano turbolenza nell’Anima
cercando un appiglio per adattarsi.

Quanti momenti di bellezza tra e nel dolore,
in quel corpo che parla da solo.

Ed è così che gravito nel tuo mistero, tra il suono che si diffonde
e le costellazioni nel bel mezzo del caos,
tra Grazia intrinseca di mille scuse
e di un cuore nudo e crudo.

Quanta distanza in quelle labbra di alabastro,
in quella danza delicata a due,
completamente consegnata in mille forme geometriche
che si sparpagliano nell’ambiente.

Sei terra antica amore mio,
un Re che tenta di evocare magie arcaiche,
ma sono lì
e le punta delle dita passano sul tuo corpo e sentono parole incantate.

Non temo le tue ferite sotto le mani,
mentre passo in rassegna un corpo stanco.
Non temo la solitudine e il silenzio dei tuoi deserti.
Nutro la mia Terra fertile con le maree delle tue emozioni,
quanta tempesta in quegli oceani.

Eterno fuggitivo, hai mai sfiorato i miei seni?
Hai mai osservato le mie fasi lunari?
Sono fatta di polvere e Stelle,
ho viaggiato così a lungo dentro me stessa per ritrovarti,
ed ora sei qui tra le mie gambe.

Siamo nomadi, desiderosi di percorrere sentieri non calpestati,
di navigare eroicamente la corrente diretta delle emozioni,
nel tentativo di dosare gli strati di dolore che umili, a ondate,
lasciano i bordi del corpo.

Il tuo fuoco è addomesticato in ombre temperate,
arrenditi, Mio cielo, ai miei occhi.
Perché quello che smette di essere cielo diventa inferno se ti guardo.

Consegnati a queste mani piene di tenerezza,
ti accarezzano fino a morire.

Sei autorizzato a violare la mia vulnerabilità
e a distruggermi in ogni bacio.

Le tue dita tra i miei capelli cercano il respiro
mentre tocchi la mia schiena.
Potrei anche dirti in quale carezza mi hai mostrato il tuo sentimento.

Supplico ogni tuo respiro, mani nelle mani, nella connessione del silenzio.
Se ti do qualche battito,
mi doneresti l’inferno demone addomesticato,
è nelle tue carne che voglio entrare.

Ci siamo già incontrati nudi,
completamente estasiati,
graffiando la morte in un orgasmo…

Carla

Scopri il mio libro
Donne Poesia – Il Sacro ErotismoScopri di più

© Naturagiusta 2018-20. Tutti i diritti riservati

Carla Babudri ha inizialmente studiato le Astrologiche Classiche e in seguito approfondito la corrente umanistica/psicologica integrando gli studi legati al Karma.

Nel 2004 decide di studiare astrologia e ad approfondire  argomenti spirituali indirizzandosi verso il Culto della Dea creando l’Arche – astrologia  che la vede coinvolta in una ricerca di consapevolezza sempre più profonda, diventando cosi un counselor Astrologico, centrato sul mondo della Psicologia degli archetipi.

Nel 2008 completa gli studi di Astrologia Karmica con il Maestro Karun, maestro italo/indiano di astrologia Indiana, astrologia tibetana.
Nel 2009 incomincia la sua ricerca su Ofiuco e inizia il suo libro sul tredicesimo segno.
Nel 2010 diventa operatore di Theta Healing;
Nel 2010 intraprende i suoi studi nel mondo Tantrico/Taoistico, accedendo cosi ai sacri misteri del Sacro Femminile- Sacro Maschile
Nel 2017 crea e fonda il “Tempio di Jada“, una visione nuova sul sacro femminile e sacro maschile, tutto ripreso dagli studi e dalla esperienza con il mondo taoistico/tantrico.
Ricercatrice del Culto di Maria Maddalena, e La Via della Rosa, s’incammina verso un profondo studio degli antichi riti.

Crea e fonda, nel 2017 il Percorso di Apprendista Strega, un corso piacevole tra i segreti delle streghe nelle vie della magia della terra, i quattro elementi, le energie della natura e la ritualità aprendo a una nuova visione sul potere dell’intento e la riscoperta dei talenti personali

Ha pubblicato due libri di poesie e i libri best seller: “Le Streghe Vanno a Letto Presto”, “Donne Poesia – Il Sacro Erotismo”, “Canti e Incanti” e il recente, “La tredicesima Apostola- Maria Maddalena” incentrate sul percorso di crescita individuale e la scoperta del sé.
Conduce gruppi di meditazioni e visualizzazioni guidate verso il potenziale Femminile e armonizzazione con i cicli naturali di Madre Terra, seguendo la corrente filosofica della “Cammino della Dea”.
Amante della fotografia.
Ha scritto articoli per la rivista L’iniziazione e per diversi blog.

MAGGIORI INFO: www.storiadiunapoesia.it

 

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione