La Dea Maia e l’origine del mese di Maggio

Il mese di Maggio è il periodo dell’anno in cui le energie della vita e della luce si manifestano trionfanti, celebrando la fertilità, l’amore e il ritorno dell’estate.
Nelle antiche tradizioni europee, la festa dedicata alla rinascita e alla fertilità veniva celebrata il 1° Maggio con il nome di Beltane o Calendimaggio, nel quale i giovani offrivano un augurio di fecondità e di amore alle ragazze con dei fiori. Nel giorno di Beltane, si celebravano i riti di fecondità della terra, nei quali la Dea Madre si univa al Dio Solare, affinché venissero generati i frutti della Terra.

Questo giorno segnava l’inizio della bella stagione e della metà luminosa dell’anno, durante il quale sorgeva un gruppo di stelle molto importanti per gli antichi nativi europei, le Pleiadi. Chiamate anticamente “le Sette Sorelle”, sono le stelle più luminose della costellazione del Toro e segnavano l’inizio del nuovo anno agricolo e della stagione dell’accoppiamento degli animali. Secondo il mito greco, tra tutte le Pleiadi la più bella era Maia, figlia di Atlante e di Pleione o Sterope.

Maia era una ninfa dei boschi che viveva sul monte Cillene in Arcadia e fu amante di Zeus, con il quale diede alla luce il dio Ermes. Maia fu adorata come un grande divinità femminile della fecondità e della Natura sia nel mondo greco che in quello romano.
Per gli studiosi Felice Vinci e Arduino Maiuri, il nome segreto dell’antica città di Roma era Maia, la divinità tutelare prescelta dai sacerdoti romani durante la fondazione dell’Urbe.

A lei era dedicato il 1° Maggio e il mese stesso (dal latino Maius che significa “Maggio”): il suo nome (dal greco Μαῖα) significa «madre», «nutrice», e a volte «nonna», portando con sé i più alti aspetti del femminile sacro.
Gli antichi identificavano Maia con la Terra e con la Bona Dea, chiamandola con vari epiteti quali Fauna, Opi, Giunone, Cardea e Fatua.
Secondo lo studioso polacco Andrzej Niemojewski, la stella Maia rappresenterebbe nella tradizione cristiana la Vergine Maria (variante del nome Maia – Maja). Il mese di Maggio infatti è tradizionalmente dedicato ai culti mariani.

Hasan Andrea

Hasan Andrea Abou Saida è un ricercatore storico-archeologico indipendente, consulente librario e scrittore.
Da più di 10 anni svolge studi e ricerche approfondite su vari argomenti (esoterismo, magia, spiritualità, tradizioni iniziatiche, dottrine filosofiche religiose, folklore, etc.) cercando di risalire alle più antiche conoscenze e rituali dei popoli indoeuropei.
Autore di numerosi articoli e del libro (con lo pseudonimo Aindreas Fàél) “Un viaggio ad Avalon”.

L’Antro di Thoth – Consulenze e ricerche librarie:

https://www.antrodithoth.com/

FB – https://www.facebook.com/antrodithoth

Pinterest – https://www.pinterest.it/antrodithoth

Un viaggio ad Avalon di Aindreas Fàél

https://rebrand.ly/aindreas-un-viaggio-ad-avalon

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione