Il Mondo Nuovo dobbiamo in primo luogo crearlo in noi stessi

Se deve venire un mondo nuovo, dobbiamo in primo luogo crearlo in noi stessi.
Potete chiedervi come il lavoro di poche persone possa cambiare il mondo.
E’ sempre stato così.

Sono le idee ad essere potenti, non le organizzazioni.
Non si può fare nulla con la forza esteriore; con la forza interiore si può fare tutto.
Lasciate che vi dia un’immagine di come possano avvenire tali cambiamenti.

Indubbiamente alcuni di voi sono cuochi ed hanno dovuto preparare delle salse.
Supponiamo che stia preparando una salsa, come una salsa olandese, che rischia di perdere l’emulsione, ovvero il burro si separa dall’uovo.

Può trattarsi di un’esperienza terrificante se state facendo la salsa per 60 o 70 persone con varie libbre di burro e dozzine di uova.
Un cuoco senza esperienza perde la testa e sbatte la salsa con violenza, ma non fa che peggiorare le cose.

Un buon cuoco versa un po’ d’acqua su un bordo della ciotola e rimescola con calma fino a che non gira di nuovo, e poi si diffonde su tutta la massa fino a che la salsa non va di nuovo bene.
La prima volta che lo fate sembra quasi miracoloso.

E’ la stessa cosa con il mondo.

Ovunque le persone rimescolano con violenza per far miscelare l’olio e l’acqua.
Non può succedere così.

La saggezza sta nello stabilire qui e là dei centri in cui possano esistere le giuste relazioni mediante una comprensione comune di ciò che è di importanza fondamentale.

Da tali centri, si possono diffondere nel mondo, forse molto più rapidamente di quanto non si possa immaginare, i semi di un mondo nuovo.

John Godolphin Bennett

Acquista il Libro
 

La mia pagina facebook: Remi di Luce

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione