Il Grembo Maschile

Estratto dal libro: Seme Divino

 

Il Maschile Parla:

“Il Mio grembo maschile odia l’imposizione subita, la contaminazione dei sentimenti, sono selvaggiamente consapevole, io corro con i leoni.

Il vigore caldo che sale dalla mia pancia, modella il mio cuore come furia arcaica.

Sono una creatura violata, assediata dai doveri di un guerriero con armature sgargianti.
Indotto da idee taglienti a compiere azioni negligenti che hanno prodotto caos nella terra.
Costretto a distogliere lo sguardo dal mio grembo che grida consumato tra le labbra serrate.
Urlo di battaglie rabbiose e sporche, che hanno strappato la dignità a uomini con le mani dal profumo di terra.

Corro con i leoni e sento il ruggito nel mio grembo.
L’ira non può più essere contenuta dai dettami della logica,
sono stato eclissato e profanato.

Volete ancora sentire la mia assenza?

Porto con me ogni forma di guerra e violenza, ma ora testimonio la mia trasformazione da qualcosa di scontato a qualcosa di irriconoscibile, perché la mia mente ruggisce l’innocenza e il cambio di paradigma.

Ho lasciato marcire i miei desideri, a volte buttati in un bicchiere o uccisi dalla bocca insaziabile degli avanzi del patriarcato. Seminando paura nel femminile e massacrando l’innocenza.

Quanta crudeltà… non ho saputo onorare i miei limiti e le mie più alte convinzioni.
Non sono stato capace di gettare il mio sguardo illuminato, perché miope, in questo viaggio dalle mille restrizioni. Sfrecciando in sentieri infidi, ad ogni passo, ho perso un pezzo di me.

Ero convinto di trovarmi in uno spazio in cui potevo accettarmi, sicuro di poter controllare i miei sentimenti da quel potente risentimento.

Ma gli artigli del leone, artigli avvelenati, hanno rivolto il loro ruggito, richiamando ogni uomo dai confini della terra. I miei occhi sono testimoni del tempo, interpretano e conservano i momenti difficili di tutte quelle forme di me a trame ruvide, dalle voci sconosciute dei miei padri.

Invoco l’energia del padre per alzare il velo, anche se spaventoso.
Riconosco e richiamo nel mio grembo, sede delle più alte emozioni, le immagini eteree, le profezie silenziose e le verità assolute.
Sono realtà scomode, difficili da guardare.
Non si adattano a quello che vuole la società, ma il leone che è in me, si aggira tra le erbe alte e selvagge del mio nucleo viscerale.
La verità non è addestrabile o programmata, il leone sa e con precisione azzanna.
Non posso più arrendermi alla presa mortale della sua mascella. Uccide in me ogni falsità e finzione.
Mi allontana dalla vergogna e dall’alienazione.

Non sono più schiavo e non sono più guerriero,
penetro nel mio grembo,
sono dentro il mio sentire.”

Carla

Scopri il mio nuovo libro:
Seme Divino

Scopri il Libro

Unsolocielo 21 © Tutti i diritti riservati

Carla Babudri ha inizialmente studiato le Astrologiche Classiche e in seguito approfondito la corrente umanistica/psicologica integrando gli studi legati al Karma.

Nel 2004 decide di studiare astrologia e ad approfondire  argomenti spirituali indirizzandosi verso il Culto della Dea creando l’Arche – astrologia  che la vede coinvolta in una ricerca di consapevolezza sempre più profonda, diventando cosi un counselor Astrologico, centrato sul mondo della Psicologia degli archetipi.

Nel 2008 completa gli studi di Astrologia Karmica con il Maestro Karun, maestro italo/indiano di astrologia Indiana, astrologia tibetana.

Nel 2009 incomincia la sua ricerca su Ofiuco e inizia il suo libro sul tredicesimo segno.

Nel 2010 diventa operatore di Theta Healing;

Nel 2010 intraprende i suoi studi nel mondo Tantrico/Taoistico, accedendo cosi ai sacri misteri del Sacro Femminile- Sacro Maschile

Nel 2017 crea e fonda il Tempio di Jada, una visione nuova sul sacro femminile e sacro maschile, tutto ripreso dagli studi e dalla esperienza con il mondo taoistico/tantrico.

Ha pubblicato due libri di poesie incentrate sul percorso di crescita individuale e la scoperta del sé.
Conduce gruppi di meditazioni e visualizzazioni guidate verso il potenziale Femminile e armonizzazione con i cicli naturali di Madre Terra, seguendo la corrente filosofica della “Cammino della Dea”.

Amante della fotografia. Ha scritto articoli per la rivista L’iniziazione e per diversi blog.

MAGGIORI INFO: www.storiadiunapoesia.it

 

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione