Celebrare la Vita con Gioia

Estratto dal Libro: Amici Maestri Animali

 

“La bellezza è negli occhi di chi guarda”, disse così Johann Wolfgang Goethe.
Il saper cogliere la bellezza è una capacità che può essere sviluppata all’interno dell’animo umano,
e va di pari passo con la capacità di cogliere la bellezza dentro di sé.

Dove nasce la necessità di lamentarsi se non da una profonda inquietudine, dal bisogno di giudicare, da un sentire dentro le ossa un vuoto che si cerca di riempire? Si vuol trovare fuori qualcosa che metta a tacere quel che ci grida dentro.

Le cose che ci capitano non dovrebbero essere mai una scusa valida per cedere al lamento, poiché tutto ciò che ci accade ci porta un’opportunità di crescita, la possibilità di ampliare la nostra mente ad una visione nuova, e un motivo in più per aprire il cuore ad una maggiore comprensione.
Si può vedere la medesima cosa da punti di vista differenti.
Prendiamo ad esempio la perdita di una persona cara; si può ritenere questo avvenimento come un’ingiustizia divina o si può pensare che è la naturale evoluzione della vita.

Tutto nasce, cresce, fiorisce, appassisce e si trasforma in qualcosa di diverso.

Si può rimanere incastrati nel dolore di una perdita tutta la vita, oppure si possono vedere le lezioni che grazie a quella perdita abbiamo imparato.

Nel primo caso ci condanniamo a una vita dolorosa, nel secondo caso apriamo l’orizzonte a una visione più ampia, imparando ad apprezzare quel che dentro di noi emerge dai momenti di difficoltà.

Allora dentro di te permetti alla tua forza di manifestarsi, permetti al tuo cuore di imparare a non chiudersi, impari ad accettare l’impermanenza delle cose e a celebrare ogni momento come unico e irripetibile.

La pace è tutta qui, sempre a portata di mano quando si impara a celebrare ogni singolo momento per quello che è .

Mentre Haniel faceva due passi per le viuzze del paesino ammirando con quanta cura tutto fosse mantenuto vivo, pur profumando così tanto di antico e vissuto, notò un grazioso uccellino su un albero di pesco poco distante da lei.
Gonfio in petto cantava inventando gorgheggi sempre diversi, sempre più orgoglioso e felice.

Haniel non si era mai soffermata a guardare un uccellino che cantava, aveva avuto un canarino da piccola, ma cantava poco forse perché in gabbia non ci voleva stare, il suo silenzio era un grido muto di protesta verso chi, per egoismo, lo stava privando della sua libertà.

Restò lì, ferma a guardare quale grinta scaturisse da quel piccolo esserino con becco e piume e sentiva gioia scorrere dentro di sé.
Pensò che quell’uccellino non sapeva se oggi avrebbe avuto cibo, o se avesse trovato il giusto riparo o se era proprio oggi il giorno in cui avrebbe incontrato la sua compagna, ma lui cantava, stava lì impegnato a donare il suo canto senza preoccuparsi di altro.

“Si, bisognerebbe svegliarsi alla mattina con quella grinta, con quel desiderio di donare il proprio canto e celebrare la vita in ogni attimo per quello che è – si disse tra sé e sé – dopotutto se in questo momento sono viva e posso godere di questa gioiosa esibizione, la vita mi sta facendo un dono e ho già un buon motivo per ringraziare, assistere alla bellezza che si manifesta sotto differenti forme”.

L’uccellino si voltò a guardarla “ringrazio te che hai colto il valore del mio canto, Dio doveva servirsi di qualcuno per insegnare agli uomini a celebrare la vita con gioia, io sono l’uccellino, se non io allora chi potrebbe farlo?

Laura

Scopri il mio Libro
Amici Maestri Animali

Scopri il Libro

 

Naturagiusta 2019-21. © Tutti i diritti riservati

Laura Cireddu fin da bambina ha dovuto fare i conti con il suo spirito ribelle e curioso che l’ha spinta a porsi molte domande sul senso dell’esistenza e a non accettare risposte preconfezionate da una società che spinge tutti ad omologarsi a un modello comune.

Per quanto abbia provato a condurre la sua vita dentro ai margini, il desiderio di vedere oltre l’ha portata ad esplorare diversi percorsi spirituali per ritrovare la sua essenza.

La semplicità e la capacità di cogliere le infinite sfumature della Vita, sono divenute in questo modo le sue migliori attitudini esistenziali.

Il suo amore per la natura e per gli animali, unito agli anni di ricerca interiore, la portano a scrivere questo libro maturato dalla sua esperienza personale.

Le mie pagine: Alchemica-mente e Laura Cireddu

Email: laurasmile77@libero.it

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione