Ascoltare il Corpo

Diamo troppa importanza all’intelletto, alla ragione diamo un potere che non dovrebbe avere.

Questo ci porta ad avere un ego spropositato, che porta alla divisione tra mente e corpo con la conseguente sofferenza che ne deriva nell’essere tagliati a metà.

Ci vantiamo di essere una delle creature pensanti abitanti della terra, ma ci siamo dimenticati come si fa ad essere creature viventi, che “ascoltano” che “sentono”.

Questa tendenza comunemente chiamata dualismo che vuole tutto diviso per bene, i campi della vita, le materie, gli aspetti dell’essere umano ci ha portati ad una scissione incongrua del nostro essere, nella quale abbiamo perso l’armonia di essere UNO con il TUTTO.

L’eccessiva importanza data alla ragione che vince sulla vita e sull’evoluzione degli esseri viventi “pensanti” crea disarmonie nel corpo che si manifestano a livello fisico con dolori o malattie.

Ne è derivato un allontanamento graduale ma inesorabile dei principi naturali che governano la vita e una perdita della visione dell’uomo/donna come parte della natura e del cosmo.

Quindi ora passiamo intere ore seduti su un cuscino a meditare, facendo corsi, ascoltando conferenze, cercando di placare la mente, ma stiamo rendendo protagonista sempre lei, la “mente”.

Dovremo invece ascoltare di più il corpo, ha così tanto da dire!

Dai miei studi sulla tradizione orientale, ma anche sulle nostre tradizioni antiche, ho capito che se ci rivolgiamo a noi con pazienza e gentilezza, piano piano la mente si calma, se ci abituiamo a leggere il corpo ed ad imparare il suo linguaggio lentamente usciremo dalla trappola in cui ci sentiamo rinchiusi.

La forza vitale ritorna, le sensazioni diventano vivide, i colori brillanti, la mente si riunisce al corpo in un abbraccio puro e quell’incontro provoca sensazioni così forti che è impossibile spiegarle a parole.

Felicità, benessere, appagamento, integrità, completezza, consapevolezza saranno le emozioni dominanti, ma non solo il nostro agire diventerà centrato, giusto per noi.
I nostri pensieri saranno liberi e non un rimuginio di vecchie situazioni.

Le azioni danzeranno in armonia con i pensieri e vivremo appieno le nostre emozioni senza farci travolgere da esse.

Ci riapproprieremo di noi stessi e ci sentiremo come ci siamo sentiti forse solo da bambini, in continua crescita, in cammino…
Davanti a noi che ci sia tempesta o pieno sole sapremo qual’è la nostra strada.

Vogliatevi bene, ascoltate il corpo.

Con affetto,
Vania

Vania Zanonato

Operatrice shiatsu professionale, educatrice, insegnante di massaggio al bambino.

Ero sempre alla ricerca di qualcosa….
Lo trovai così, lo shiatsu, attraverso un volantino colorato trovato per caso in un negozio.

Ricordo ancora quelle sere passate in una bellissima mansarda profumata d’incenso, alla luce del crepuscolo rischiarata da candele danzanti, ricordo che lì successe qualcosa, mi innamorai perdutamente dello shiatsu mentre la mia anima cercava in tutti i modi di farmi capire che era ciò che avrei dovuto fare.

In quel periodo lavoravo come educatrice d’infanzia. Nonostante fosse un lavoro che avevo desiderato intensamente e che mi aveva permesso di approfondire la mia conoscenza sull’infanzia; il modo di giocare; di apprendere; di imparare, di sentire, non era ancora abbastanza.

Fu grazie alla scuola internazionale di shiatsu, dove iniziai ad imparare la fisiologia e anatomia umana, medicina tradizionale cinese, la valutazione ed il riequilibrio energetico ecc., che il mio modo di pormi con i bambini, di guardarli e di relazionarmi con le persone, cambiò.

Iniziai ad apprezzare la singolarità delle persone, i talenti e le potenzialità che le rende uniche.
Il desiderio di cambiare vita cresceva sempre di più. Non volevo “semplicemente” cambiare lavoro ma volevo rimettermi in gioco.
Con la nascita dei miei figli però il mio mondo si capovolse. All’improvviso, sembrava che tutto ciò che avevo imparato e che conoscevo fosse scomparso dalla mia memoria. Non ricordavo nulla.
Piano piano raccolsi i pezzi e cercai di dare un nuovo senso a tutto ciò che allora rappresentava la mia nuova realtà.
Feci pratica sul campo con i miei figli, sperimentai, misi in dubbio molti dei concetti che credevo veri e praticabili. Arrivai a un punto di rottura così profondo da mettere in dubbio chi ero, il mio lavoro e le mie passioni. Rispolverai ciò in cui credevo davvero, l’onestà, la passione per ciò che si fa, la riverenza ed il rispetto che provavo di fronte ad un altro essere umano, l’intenzione di fare il bene, sempre.

Ora, dopo dodici anni di esperienza come educatrice d’infanzia 0/3 anni, lavoro come operatrice shiatsu qualificata e insegnante di massaggio al bambino.
Attraverso lo shiatsu, il massaggio al bambino e alla mia pluriennale esperienza nel mondo dell’educazione, insegno alle mamme un diverso modo di comunicare con i loro piccoli e le aiuto a ritrovare l’armonia con sé stesse e l’equilibrio di corpo-mente-spirito, favorendo l’attenuazione di stress, ansia e insonnia.

Il mio SITO

La mia pagina Facebook: Casa Shiatsu

La mia email: anya481@libero.it

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione