Acqua di Cactus: proprietà e benefici

[adrotate banner=”25″]
 

Il cactus in questione è il fico d’India il cui succo pare abbia un sapore tra l’anguria e il kiwi, assolutamente privo di grassi ma ricco di sostanze minerali e antiossidanti.

L’acqua di cactus è ottenuta dal frutto spinoso di varie specie del genere Opuntia. Diversamente dalle altre bevande, non viene estratta direttamente, ma richiede alcuni passaggi essenziali di lavorazione.

Infatti, il frutto viene spremuto e la purea mescolata con acqua e succo di limone.

Il risultato è una bevanda dal gusto gradevole e fruttato, dotata di proprietà che agiscono positivamente sui problemi cardiaci, e sono stimolanti e diuretiche, dovute a componenti come la cactina e l’ordenina. La prima è utilizzata nel trattamento dell’insufficienza cardiaca derivata da un eccesso di caffeina o di tabacco o causata da disturbi nevosi; la seconda è un tonico cardiaco e ha capacità ipotensive. E’ utilizzata anche nel trattamento naturale della diarrea.

Altri componenti di spicco sono gli antiossidanti e la taurina, un amminoacido che stimola le prestazioni atletiche e favorisce la riparazione dei danni muscolari. Importante quindi per gli sportivi, anche per il contenuto di magnesio.

Inoltre utile per disturbi vescicali, l’acqua di cactus è vitaminica ma povera di sodio e calorie. Abbassa la glicemia, agisce favorevolmente sul metabolismo degli zuccheri e dei grassi, contrastandone l’eccessivo accumulo e promuovendo il mantenimento del peso corporeo.

 

[adrotate banner=”33″]

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione