Pozione: Fortuna Liquida

In questo periodo di grandi trasformazioni e incertezze, un po’ di aiuto magico non guasta.

Certo è risaputo che la magia a titolo personale non andrebbe usata, ma se l’intervento magico apporta anche benefici alle persone vicino a noi, vi posso assicurare che nessun male potrà colpire.

La pozione in questione è davvero molto potente. La fortuna liquida conferisce: sicurezza, intuito moltiplicato, grande senso di ancoramento al cuore, successo in ogni settore, una mente molto dilatata, vista interiore accentuata, forte connessione con altri mondi e un estremo coraggio.

Quindi va usata con molta attenzione e con grande convinzione.

Una goccia di Fortuna Liquida e il mondo può cambiare.

Poiché il procedimento della pozione Fortuna Liquida è un pò lungo, andranno rispettati alla lettera gli ingredienti, le quantità e il metodo di preparazione.

Inoltre per la riuscita della pozione andranno adoperati un mestolo di legno nuovo, un mortaio di legno, e una pentola di acciaio.

L’ingrediente principale è l’Acqua di Luna, ovvero l’acqua che avrà assorbito i raggi lunari in dato momento di Luna Piena.

Ma vediamo insieme come preparare la pozione, tutte le erbe utilizzate dovranno essere secche e non aver ricevuto alcun tipo di trattamento.

Ingredienti:

  • Acqua di Luna Piena 250 ml
  • Semi di Papavero 10 mg
  • Basilico 7 mg
  • Menta 7 mg
  • Zenzero in polvere 5mg
  • Cannella 5 mg
  • Succo di limone 15 ml

Altri strumenti:

  • Una piccola boccetta di vetro con un tappo di sughero.
  • 2 piccoli barattoli di vetro ermetici
  • un mestolo nuovo di legno
  • un mortaio
  • un termometro da cucina
  • Una pentola in acciaio
  • Colino
  • Contagocce

1) Procedimento la preparazione delle erbe in Luna Nuova

Pesare le erbe e via via inserirle nel mortaio per pestarle. Inserire la polvere delle erbe nel barattolo di vetro ermetico e lasciare che tutta la terza ora della luna nuova irradi di energia le erbe nel vetro (è molto importante rispettare questo orario) conclusa l’ora ritirare il barattolo e riporlo in un luogo asciutto e al buio fino alla prossima Luna Piena.

2) Procedimento la raccolta dell’acqua lunare: Luna Piena

Prendete dell’acqua pura, o di sorgente (meglio) altrimenti acqua in bottiglia, ma che sia stata in una bottiglia di vetro e non di plastica (non acqua del rubinetto)

La luna deve avere delle caratteristiche specifiche, quindi bisogna accertarsi degli influssi che percepisce: non deve ricevere aspetti negativi da Saturno e/o Marte, chiedete consiglio a chi si occupa di astrologia; il cielo deve essere limpido così l’acqua potrà assorbire tutti i raggi d’argento. L’Acqua va esposta solo alla terza ora, per un’ora, dal momento in cui la luna è diventata totalmente piena.

Questo procedimento è molto molto importante.

Passata l’ora magica, l’acqua va ritirata e preparata la pozione.

Recuperate le erbe e versatele nella pentola d’acciaio, versate l’acqua e il succo di limone e con un termometro da cucina accertatevi che il calore dell’acqua non superi i 50 gradi mescolando con il cucchiaio di legno in senso orario. Arrivate a temperatura, lasciate raffreddare e passate tutto con il colino versando la vostra pozione in una boccetta di vetro.

Finiti i tre giorni di luna piena la pozione è pronta.

Bastano tre gocce sulle labbra o ingerite ( fate attenzione ancora siete allergici a qualche ingrediente) se così fosse allora bastano tre gocce sul collo per apportare la fortuna che desiderate.

Attenzione!

La pozione dura solo 24; se non funziona probabilmente avrete sbagliato qualche procedimento, andrà meglio alla prossima preparazione.

Non va usata su terzi non consenzienti o per manipolare volontà altrui, è severamente vietato!

Può essere donata, ma solo se la persona è a conoscenza del potere.

É molto potente, quindi fate attenzione a ciò che desiderate, perché potrebbe realizzarsi.

Con Amore

Carla

Percorso Apprendista Strega il 5 e 6 Marzo 2022: https://www.storiadiunapoesia.it/apprendista-strega

Scopri il mio libro
Canti e Incanti

Acquista il Libro

Unsolocielo 2019-22 © Tutti i diritti riservati

Carla Babudri ha inizialmente studiato le Astrologiche Classiche e in seguito approfondito la corrente umanistica/psicologica integrando gli studi legati al Karma.

Nel 2004 decide di studiare astrologia e ad approfondire  argomenti spirituali indirizzandosi verso il Culto della Dea creando l’Arche – astrologia  che la vede coinvolta in una ricerca di consapevolezza sempre più profonda, diventando cosi un counselor Astrologico, centrato sul mondo della Psicologia degli archetipi.

Nel 2008 completa gli studi di Astrologia Karmica con il Maestro Karun, maestro italo/indiano di astrologia Indiana, astrologia tibetana.

Nel 2009 incomincia la sua ricerca su Ofiuco e inizia il suo libro sul tredicesimo segno.

Nel 2010 diventa operatore di Theta Healing;

Nel 2010 intraprende i suoi studi nel mondo Tantrico/Taoistico, accedendo cosi ai sacri misteri del Sacro Femminile- Sacro Maschile

Nel 2017 crea e fonda il Tempio di Jada, una visione nuova sul sacro femminile e sacro maschile, tutto ripreso dagli studi e dalla esperienza con il mondo taoistico/tantrico.

Ha pubblicato due libri di poesie incentrate sul percorso di crescita individuale e la scoperta del sé.
Conduce gruppi di meditazioni e visualizzazioni guidate verso il potenziale Femminile e armonizzazione con i cicli naturali di Madre Terra, seguendo la corrente filosofica della “Cammino della Dea”.

Amante della fotografia. Ha scritto articoli per la rivista L’iniziazione e per diversi blog.

MAGGIORI INFO: www.storiadiunapoesia.it

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione