La quinta legge del potere autentico

Sette le Leggi del potere autentico.

Sette scelte di apertura  alla tua vera essenza,
sette vie per portare te nel mondo.

Usale come un mantra.
Agiscile come un’abitudine.
Cantale nell’anima.

Integrale con amore.

    La Quinta Legge

Datti il permesso di tradire 

Tra le sette leggi del potere autentico il permesso di tradire rappresenta un punto di svolta, difficile da comprendere ad un primo impatto, a pelle controintuitivo, e respingente emotivamente.

Educate a vedere incoerenza e tradimento come aspetti negativi, non riusciamo immediatamente ad accogliere tali possibilità.

Ma Tradimento è come un grande maestro che accoglie infinite altre possibilità.

Che cosa ti risuona dentro se senti che puoi tradimento?

Rifiuto, giudizio,

o leggerezza e libertà?

Sì, puoi.

Datti il permesso di tradire ti dice che puoi, che devi persino, tradire.

Tradire per trasformare quelle rigidità che ti tengono ferma in parvenze di te stessa.

Tradire dei genitori troppo oppressivi o una madre troppo buona che ti vuole tenere in una zona comfort che non ti permette di scoprire le infinità di te stessa.

Tradire chi ti vuole a metà, chi non ti permette di spiccare il volo, chi non ti vede, ma ti tiene legata a ganci affettivi di dipendenza.

Tradire chi credevi di essere per scoprire chi sei veramente.

Tradire dei pensieri, delle ideologie, delle false credenze quando queste ti tengono ancorata a vecchi ruoli e copioni, che non ti permettono di camminare leggera nella tua vita.

Tradire è il punto di svolta, insieme alla decisione di scegliere.

Scegliere da che parte stare, se dalla parte di te stessa autentica o se invece dalla parte della mediocrità, dell’adattamento, del te accomodata, adattata.

Scegliere se essere in questa tua vita come autrice o come comparsa…scegliere da che parte stare, se dalla parte di te stessa, o dalla parte degli altri.

È necessario tradire, passare in mezzo alla landa del tradimento, dove dolore e senso di colpa accompagnano l’incedere.

Accettare che il paradiso è perduto, che non si può tornare indietro, che per “crescere”, evolvere in consapevolezza, vanno traditi maestri, idee, genitori, e tutti quelli che hanno aspettative su di noi.

Tradire persino se stesse. Quando ti rendi conto che un’idea, un desiderio, un obiettivo, un copione non ti serve più.

Tradire in nome della verità. La verità di te, autentica.

Hai sempre creduto di dover essere in un certo modo o di voler giungere ad un certo obiettivo, come la ricerca della tua anima, ma quando la vita o le tue emozioni ti conducono su altra strada, tradire quell’idea di te può condurti a quei passi necessari per scoprire quale altra meraviglia ha l’universo per te.

Ribellarsi…

Hai sempre pensato che avresti voluto una famiglia? E se invece per te il disegno tuo fosse diverso? Tradire l’idea di te in famiglia per scoprire che la tua vocazione è quella della nomade… tradire l’idea di te come donna fedele per scoprire che solo attraverso il tradimento puoi conoscere tue emozioni e sentimenti e aspirazioni rofonde che mai altrimenti avresti conosciuto di te.

È necessario portarne il peso, come il peso del senso di colpa. Utopistico e infantile credere di poter compiere passi avanti nell’evoluzione personale senza tutto ciò. La via della maturità passa attraverso questi snodi. Se scelti, si possono portare con maggiore leggerezza e forza.

La via della crescita passa anche da qua, dal portare il coraggio di essere se stesse, nella forza e nel potere della nostra solitudine, fatta di fierezza e di coraggio, coraggio della verità di sé.

Se vuoi scegliere la via della tua autenticità che ti porterà a conoscere il tuo potere di donna autentica, dovrai tradire. Tagliare vecchi rami secchi, lasciar andare relazioni che non ti vedono, a volte senza voltarti indietro.

E portare nel cuore quello che tu sai che è buono, santo, per un di più di luce e di amore.

Scegli la pienezza del tuo cuore.

Sii guerriera.

Roberta

Scopri il Libro di Roberta: “Potente come un Canto” Scopri di più

Roberta Bailo
Sono un coach. Un wild coach della ribellione.
Aiuto le persone a scoprire le loro energie nascoste.
Per me essere wild significa scoprire e riscoprire la propria vera essenza e portarla nel mondo.

Wild è ritornare ai propri cicli naturali in armonia con la natura e le sue forze potenti. Wild è riscoprire la propria energia, il proprio potere e portarlo nel mondo. Wild è accedere alla propria saggezza ancestrale. Wild è anima.

Ribellione è diventato il mio mantra, ma non nel senso di andare per forza contro corrente, da outsider, ma nel senso più profondo di essere pienamente se stessi.
Ribellarsi quindi a tutto quello che impedisce il bellissimo percorso di trasformazione che è vivere.

A volte ribellarsi persino a se stessi, se questo non porta ad un di più di sé. Tradire a volte, se necessario, tradire anche idee su di noi. Stare nelle contraddizioni.
Da sempre in cammino di ricerca, ho trovato in questo mio modo di fare coaching il contributo che posso essere per il mondo, che corrisponde alla mia energia e al mio potere.

Sono felice quando, nell’incontro con un’altra persona, riesco ad aiutarla ad esserci in pienezza nella sua vita, anche se per poco e anche se solo per un aspetto.
Felice di essere stata una parte del suo cammino di consapevolezza e di liberazione da etichette, da stereotipi, da insoddisfazioni, da catene e zavorre.
Felice se l’ho aiutata a comprendere gli snodi importanti della sua vita, a superare un abbandono, ad elaborare la fine di una storia d’amore, a lasciar andare un copione da vittima o da perdente.
Aiutata senza invadere il suo campo, ma un passo indietro, nel profondo rispetto e ascolto dei suoi tempi e della sua sacralità.

Sono felice quando insieme abbiamo contribuito a creare un nuovo ordine, di amore, che so che si espanderà nel mondo e oltre, con nuove energie e vibrazioni.

Per questo ho creato dei percorsi sulla Donna Selvaggia e sui copioni di vita che ci incatenano “Tre settimane e mezzo di ribellione”.

Tengo gruppi di coaching a tema: che donna sei, i vampiri energetici, la donna selvaggia, amori finiti come uscirne, desidera, io sono, e altri in divenire. E ovviamente incontri individuali.

Pagina facebook : Roberta Bailo wildcoach 

1 Comment
  1. Il paradiso non é perduto…

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione