Invictus – Io sono il capitano della mia anima

Dal profondo della notte che mi avvolge,
Nera come un pozzo da un polo all’altro
Ringrazio qualunque dio ci sia
Per la mia anima invincibile.

Nella stretta morsa delle circostanze
Non mi sono tirato indietro né ho gridato.
Sotto i colpi avversi della sorte
Il mio capo sanguina ma non si china.

Oltre questo luogo di rabbia e lacrime
Incombe solo l’orrore della fine.
Eppure la minaccia degli anni
Mi trova, e mi troverà, senza paura.

Non importa quanto sia stretta la porta,
Quanto impietosa la vita,
Io sono il padrone del mio destino:
Io sono il capitano della mia anima.

William Ernest Henley

Questa meravigliosa poesia viene associata alla figura di Nelson Mandela, (anche grazie al famoso film di qualche anno fà), ma è un’opera del poeta inglese Henley.
Quest’ultimo ebbe una vita funestata da una grave malattia che gli prese una gamba e gli inflisse perduranti difficoltà per tutta la sua esitenza.
Proprio in uno dei suoi ricoveri ospedalieri scrisse questo profondo e toccante richiamo a quella forza di volontà “invincibile” che abita nei nostri cuori.

Ben si comprende quanto anche Mandela abbia dovuto attingere da questa forza per superare i suoi 26 anni di carcere durissimo!

Non auguro a nessuno un destino così estremo come quello che lega queste due straordinarie figure, ma condivido queste strofe affinché ognuno possa trovare la forza per vincere le sue battaglie e per ricordare quanto sia importante non rinunciare mai alla propria anima ed alla propria dignità di Essere Umano, nonostante le condizioni avverse che ci si ritrova ad affrontare nella propria vita.

Qui sotto l’autobiografia di Mandela:

Acquista il Libro con Sconto 15%

Dal Libro:

“Ho percorso questo lungo cammino verso la libertà sforzandomi di non esitare, e ho fatto alcuni passi falsi lungo la via.
Ma ho scoperto che dopo aver scalato una montagna ce ne sono sempre altre da scalare.
Adesso mi sono fermato un istante per riposare, per volgere lo sguardo allo splendido panorama che mi circonda, per guardare la strada che ho percorso.
Ma posso riposare solo qualche attimo, perché assieme alla libertà vengono le responsabilità, e io non oso trattenermi ancora: il mio lungo cammino non è ancora alla fine.”

Alessandro Castiglione il fondatore di naturagiusta insieme ad un amico , è da sempre interessato a tutte le visioni filosofico-spirituali del mondo, ispirato in particolare dall’incontro con Padre Anthony Elenjimittam ed il suo “eucumenismo cosmico“.

Ha gestito per anni nel centro di Genova, il negozio di arredamento etnico orientale, con libreria specializzata in tematiche spirituali, Unsolocielo.
Nello stesso periodo, dall’esperienza del negozio è nata l’associazione culturale ononima, che si occupava di promuovere e gestire attività olistiche a 360° sempre nel cuore di Genova.

In particolare ha approfondito lo studio e la pratica dello sciamanesimo tolteco tramandato da Carlos Castaneda, varie tradizioni gnostiche, il mondo orientale: yoga, taoismo, buddismo zen ed anche molti maestri moderni, come Rudolf Steiner ed Osho. 

Oltre a gestire naturagiusta, con cui vuole promuovere contenuti e prodotti positivi ed evolutivi, dopo un periodo trascorso nell’Ecovillaggio di Findhorn nella primavera del 2011, si è appassionato al mondo delle energie rinnovabili e pulite, di cui si occupa direttamente in Liguria come consulente di risparmio energetico.

Ama vivere e lavorare nella Natura.

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione