Il “bastone” delle relazioni

Tra le varie leggi che esistono e regolano “in tacito assenso” le relazioni ne esiste una che si chiama “legge del bastone“.

Immagina di avere l’estremità di un bastone in mano, l’altra estremità è in mano alla persona con cui entri in relazione (qualunque tipo di relazione) …se tiri il bastone verso di te, l’altra persona di riflesso farà resistenza, si sentirà costretta, manipolata, in dovere di rispondere alle tue aspettative.
Se spingi in avanti il bastone di riflesso l’altro farà un passo indietro, si sentirà respinto, non accolto, giudicato.
Comprendere questo e riuscire a metterlo in atto significa restare saldi nel proprio centro, non tirare e non spingere, se lo fai crei la rottura di un equilibrio e inneschi meccanismi egoici, utili e funzionali certamente per riconoscere e integrare parti di te che “ti muovono” inconsapevolmente, ma quando li hai visti poi hai il compito di non ricascarci più.

Dal tuo centro non spostarti più, non accettare più di dover tirare le persone che vorresti accanto, non rinunciare a mettere confini sani per poi dover spingerle via dal tuo spazio sacro perchè ti soffocano.
L’autenticità è figlia del “non reprimere” e del “non proiettare”, ma agire a seconda del proprio sentire nel momento presente.
Va bene non piacere a tutti e va bene anche che tutti non piacciano a noi.

Le relazioni sane nascono dall’intesa e dall’accettazione, non richiedono sforzo, se c’è sforzo vuol dire che il bastone non è in equilibrio. Le responsabilità sono da entrambe le parti.

Se tiri sei nel bisogno, se respingi sei in chiusura, tu hai il compito di vedere te stesso, l’altro si smazzerà le cose sue se avrà voglia di farlo, sicuramente se tu cambi, l’altro sarà costretto a cambiare.

Laura

Mi chiamo Laura Cireddu e sono uno spirito ribelle, questo è il mio grande punto di forza e la grande sfida quotidiana con me stessa, sono una bilancia sempre alla ricerca dell’equilibrio tra gli opposti.

Fin da bambina ho sentito chiaro un richiamo a raggiungere una destinazione che mi portasse fuori dagli schemi imposti, e ciò mi ha creato sicuramente un cammino in salita ma non noioso, etichette e confini mi vanno stretti.

Sono un’artigiana-artista, amo creare, dipingere e riportare in vita oggetti e mobili che raccontano la loro storia. Da sempre la mia creatività è stata un’arma per ricaricarmi e affrontare le sfide della vita, la creatività è uno strumento che mi riporta a me stessa e a contatto con la mia essenza.

La mia natura mi ha condotto ben presto a pormi domande sul senso dell’esistenza e a chiedermi cosa ci faccio qui, facendomi così iniziare la mia ricerca spirituale e ad oggi, attraverso vari percorsi, parte delle risposte le ho trovate, altre ancora le cerco.

Il mio cammino mi ha portato alla conclusione che la vera saggezza non si trova solo in libri antichi e difficili, ma ritengo che la saggezza è soprattutto nella semplicità, puoi riempirti di molte informazioni ma tuttavia non riuscire mai a vivere a pieno e veramente la vita. Il mio amore per la natura e gli animali mi ha fatto comprendere, consapevolizzare molte parti di me, mostrandomi come tutto ciò che ho intorno, è strettamente legato a quello che ho dentro . Ogni cosa, dal fiore che cresce nell’asfalto, al ragno che tesse la tela, è un maestro che può aiutarti ad aprire una porta e vedere una parte di te.

La mia pagina Facebook

Il festival: Osiglia Olistica

Email: laurasmile77@libero.it

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione