2018 – l’anno del 2, l’anno della Coppia

L’ANNO DUE: ANNO DELLA COPPIA.

2018 anno del Due.
2+1+8=11=1+1=2.

Due che si moltiplica dall’unità e che da essa prende forma attraverso passaggi e mutazioni che riverberano dentro e fuori di noi. Simbolo di dualità necessaria per integrare questo piano di realtà nel quale viviamo.
Duale è la vista rispetto alla percezione del corpo che ci siamo scelti per fare questa esperienza.
Riconoscere cose piacevoli e spiacevoli, belle o brutte come facenti parte dello stesso piano è momento fondamentale per uscire dallo spazio della costruzione mentale e accedere a una vista più profonda, senza aspettative e senza dipendenze.
Senza bisogno di voler celare il male.
Senza ostacoli nel riconoscere il bene.

Lo sguardo oltre le due polarità viene frainteso spesso in un assenza di riconoscimento delle cose per quello che sono.
Ma l’integrazione del Due è proprio la percezione di ciò che c’è per quello che è, nella consapevolezza di quanto i nostri sensi abbiano un metro di giudizio che in realtà nella vita non esiste e di come questo giudizio sovrapposto alla vita ne celi delle parti e ne possa distorcere altre.
Due numero simbolo del Femminile e della compagna.
Simbolo doppio che dal maschile procede nel femminile per completare la coppia dentro e fuori.
Come a un onda a esse s’ intreccia la seconda in spirali a elica che pulsano nel DNA e nella ciclicità della vita biologica in tutte le sue forme.
Dall’origine alla trasformazione e al divenire.
La coppia che quest’anno farà il suo ingresso nella vita personale e collettiva.
Il femminile che accoglie e trasforma segue alla direzione data dal numero Uno dell’anno precedente.

Come il 2017 ha dato la direzione del nuovo così questo anno vedrà l’atto creativo capace di portare a compimento l’impresa e trasformare il pensiero in realtà.
Così dentro il maschile attivo e estroverso si congiunge il femminile passivo e introverso.
Fuori la coppia in tutte le relazioni- d’amore, famigliare, d’amicizia- integra gli opposti creando o stabilizzando ciò che già esiste.
Distruggendo quello che è solo in apparenza.
Creando una maggiore apertura alla sensibilità e all’accoglienza.
Al non-giudizio e alla pazienza. All’ascolto profondo dell’altro e delle nostre stesse fragilità.
Cercare altre opportunità oltre a quelle già conosciute sarà la prospettiva e il buon auspicio per questo nuovo anno.

Un nuovo modo di concepire le possibilità aprendosi alla comunicazione alla dolcezza e alla comprensione.
La terra e la vita personale di ognuno di noi ha bisogno di questo.
Creare un ponte per pacificare.
Portare dolcezza e comprensione fra i popoli e i gruppi.
Tra maschile e femminile.
Dentro e fuori fra terra e cielo.

Sara

Articolo da: La Sorgente e la Dea

SARA CABELLA

Inizia il suo percorso frequentando 14 anni fa l’Accademia di Naturopatia A.N.E.A.

Master Reiki e Moon Mother di 2 livello, lavora con le Donne in Cerchio e in incontri individuali.

Divulgatrice del metodo PeaceGift (riequilibrio energetico per uomini e donne) facilita serate di divulgazione e scambio.

Qui la sua pagina:  La Sorgente e la Dea 

Contatti: saracabella@gmail.com

 

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione