Vieni via con Me

Oltrepassa la soglia,
vieni via con me.

Ci sono montagne sacre e fresche sorgenti,
luoghi nascosti e fiori di muschio sotto betulle d’argento.

Esistono strade che sussurrano segreti,
vecchie che narrano storie ai bordi dell’inatteso.

Ci sono baci rubati
batticuori
respiri caldi.

Ti porto dove migrano le rondini
in un luogo segreto oltre del mare.

Ti porto là dove il vento mai si placa,
alza le gonne,
fa volar via lettere d’amore clandestine
e ingarbuglia le frasi fatte.

Vieni via con me,
non ti offro un riparo
né un tetto,
nessuna coperta o conforto.

Ti prometto invece notti stellate,
guance arrossate dal freddo,
fuochi sulla spiaggia
piedi stanchi e capelli spettinati.

Sono Raido, il cuore selvaggio,
il cavallo dei due mondi,
la verità della tua anima
la runa che ti sprona a partire.

Sono il viaggio
il viaggiatore
e la strada.

Seguimi,
ti porto via dalla Torre che crolla,
ti conduco lontano dalle bugie.

Ti consegno alla tua anima
quando da dietro le nuvole spunta la tua storia.

E mentre, come fiera amazzone,
scruti l’orizzonte senza più timore
ti indico che da lontano sta arrivando il tuo vero amore.

Enrica

 

ENRICA ZERBIN, nata e cresciuta tra campagna, fiume e mare, dove ha scoperto la magia dei cicli lunari e appreso l’uso delle erbe medicamentose delle campagne, insieme agli antichi rituali legati alla Dea e agli elementi; eredità delle sue antenate.
Ricercatrice e studiosa di miti e leggende (con particolare interesse per l’antica saggezza nordica), della simbologia di varie culture, degli archetipi, del Sacro Femminile e della Grande Dea fino allo sciamanesimo.
Iniziata alle Rune tramite l’Elemento Acqua; aiuta con questo importante strumento a svolgere un profondo lavoro di lettura dell’ombra e delle memorie nascoste.

Nel dicembre del 2015 esordisce col suo primo romanzo, Tu Mi Hai Salvato La Vita, edito da Cinquemarzo: una storia sull’importanza degli avi e la saggezza degli anziani, dell’amore nato in circostanze impensabili e bizzarre sincronicità.
Nel 2019 esce il suo secondo libro, La Danza Del Seme Selvaggio, rocambolesco viaggio di due donne non più giovanissime che si trovano, loro malgrado, a dover stravolgere la loro vita e a lasciare la famigerata zona comfort.
Un iniziale dramma si trasforma, per Anthea e Miriam, in una straordinaria avventura tra i sentieri alpini, con la sola guida di una mappa disegnata da una misteriosa vecchia guaritrice.

Nelle sue opere al femminile, sottolinea l’importanza del viaggio, che sia mistico o fisico, per superare i limiti imposti da società e credenze sbagliate a cui la donna ha dovuto sottostare per secoli.

Segui il mio BLOG

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione