Spalle dritte, mento alzato e via come guerriere indomite

Quando l’indipendenza e l’autonomia, la testardaggine di fare tutto da sola si trasforma da consapevolezza del proprio potere a solitudine, doppio lavoro e mancanza?

Parlando con le donne del mio corso è emerso un tema molto importante del femminile, e cioè il dover sempre dimostrare qualcosa e il super lavoro costante.

Spalle dritte, mento alzato e via come guerriere indomite.

Lavora, sii indipendente e autonoma, abbraccia e accudisci bambini, fai surf sulle onde emotive di figli adolescenti, e nel frattempo non dimenticarti di te stessa e della tua femminilità, sii connessa con lo Yoni, coltiva il piacere, trova il tuo Shiva e fai sesso in modo sacro se ti vuoi evolvere.

E non finisce qui, perché devi anche capire chi sei, cosa sei venuta a fare su questa Terra… intanto le bollette continuano ad arrivare, bisogna pagare l’affitto o il mutuo, fare la spesa e soprattutto avere i soldi per farla, i figli continuano ad aver bisogno di te, di Shiva neanche l’ombra, il sesso è un lontano e sbiadito ricordo, se poi si parla di sesso sacro almeno io mi posso considerare illibata.

Non si finisce mai!

Finché si crolla esauste.

Finalmente!

Certo, è un vero casino perché tutte le incombenze sopra citate non si mettono in stand by, ma il crollo è necessario.

È il momento catartico per eccellenza, dove si riesce a mettere i confini, dove non t’importa più, e come una lupa ferita ringhi e mostri i denti a chiunque si avvicini.

E si procede in modo involontario ma inesorabile alla pulizia interiore ed esteriore.

Qualcuno si accovaccerà accanto a te a distanza di sicurezza, e aspetterà finché sarai pronta per essere aiutata, altri se ne andranno perché non sei utile in quello stato. Tu lasciali andare.

I figli diventeranno improvvisamente silenziosi e ti osserveranno, guardandoti impareranno come gestire il dolore dal tuo dolore. Loro lasciali avvicinare, mostra le tue ferite, ma lascia che se la cavino da soli per un po’, se mangeranno cereali a pranzo e cena per qualche giorno non succederà niente di male.

Prenditi il diritto di riposarti, ascolta il tuo corpo, senti dove fa più male… la testa? Lo stomaco? Il petto? Il cuore?

Ascoltati.

Tempo fa mi fu insegnata la Meditazione del Seno da una donna meravigliosa, Alison Wong, a un bellissimo ritiro sul Femminile Sacro condotto e ideato da Ariane Schurmann, chiamato Donna Divina. Voglio insegnarla anche a te, è molto potente.

La Meditazione del Seno

Sdraiati a pancia in su, sopra una superficie comoda, togli il reggiseno e rimani a seno nudo, copriti con una coperta se senti freddo. Metti le mani sul seno nudo, respira regolarmente ma lentamente portando l’attenzione sul seno, chiudi gli occhi e rilassati.

Ascoltati.

Ascolta le sensazioni del tuo corpo, è possibile che provi fastidio, non importa, rimani in ascolto per mezz’ora.

Trascorso il tempo prendi un quaderno e annota le sensazioni e le immagini che sono emerse. Fai questa meditazione ogni volta che ti sembra tutto troppo difficile.

Il seno è il nostro punto del piacere più potente. Il nostro indicatore del sì e del no, sia nella relazione con il partner, sia sotto forma di brividi e sensazioni nelle varie situazioni.

Come cavarcela?

Non ho una soluzione da dare alle donne sole per riuscire a barcamenarsi tra gli impegni del quotidiano, anche se vorrei averla, per me stessa e per essere d’aiuto, ma non ce l’ho.

Da guerriera stanca e sola posso dire: abbiate cura di voi stesse come meglio potete, se a volte non ce la fate riposatevi e chiedete aiuto, se è possibile delegate, non c’è niente di male. Purtroppo a volte non c’è nessuno, lo so.

Fate vedere ai vostri figli che non siete fatte d’acciaio e che i colpi della vita vi feriscono, insegnate loro a prendersi cura di se stessi mentre vi guardano prendervi cura di voi stesse.

Shiva?
Se lo vedete ditegli che lo Yoni fa da sola se non si sbriga, ed evolvo per i fatti miei!

Buona fortuna guerriere!

Enrica

Scopri il mio Libro
Il Fuoco di Berkana

Scopri il Libro

Mi chiamo Enrica e faccio la narratrice per amore.
Sono cresciuta con le storie tramandate dalle mie antenate, arrivate fino a me grazie alla storyteller più ispirata che io abbia mai conosciuto, mia madre.
Lei mi ha donato l’arte della narrazione, del racconto e la conoscenza della magia benefica che una storia può creare. Doti tramandate e acquisite da mio nonno, dolcissimo Cantastorie.La mia timidezza mi ha fatto mettere a frutto questo dono con una modalità diversa da quella delle mie antenate e antenati, e ho preferito la scrittura al racconto orale o al canto.

Il mio primo libro, “Tu Mi Hai Salvato La Vita”, è stato pubblicato nel dicembre del 2015 da edizioni Cinquemarzo e nel 2019, con lo stesso editore, nasce la mia seconda opera, “La Danza Del Seme Selvaggio”: il viaggio rocambolesco di due donne che si trovano a dover stravolgere la loro vita.

Nel mio terzo libro, “Il Fuoco di Berkana. Il sussurro magico delle Rune”, pubblicato da Edizioni Unsolocielo, racconto il viaggio di una donna al centro del suo cuore, grazie alla magica guida delle Rune.

Oltre a scrivere per Naturagiusta curo un blog personale, enricazerbin.it, dove racconto leggende, miti, brevi storie, tratto e approfondisco la simbologia ancestrale delle Rune, mi diverto a comporre versi poetici e condivido le poesie e le storie di altre donne nella rubrica “Parole Senza Censura”.
Sono appassionata di miti e leggende, in particolare dell’antica saggezza nordica, ma mi piace approfondire e studiare vari temi come la simbologia, il Sacro Femminile, lo Sciamanesimo, l’Ayurveda, e molto altro.
Sono stata raggiunta dalle Rune tramite l’Elemento Acqua; e con questo importante strumento riesco a svolgere un profondo lavoro di lettura dell’ombra e delle memorie nascoste.
Nelle mie opere tutte al femminile, sottolineo l’importanza del viaggio, che sia mistico o fisico, per superare i limiti imposti da società e credenze sbagliate a cui la donna ha dovuto sottostare per secoli.Scrivere mi ha cambiato la vita e grazie a questa esperienza ricca di cambiamenti importanti, interiori e non solo, nel 2015 è nata Scrittura senza Censura.
Corsi online e in presenza dove metto a disposizione le mie conoscenze e la mia esperienza personale, per aiutare le donne a riprendere il dialogo col proprio saggio interiore: il Cuore.
Questo dialogo è importantissimo, sia che si voglia dare vita a un opera di tipo letterario, sia per conoscere la bellezza dell’unica persona che ci rimarrà accanto per tutta la vita: noi stesse.

Nessun commento

Leave a reply

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione
Logo