Ribellarsi…per Ritornare al Bello

Hai mai sentito laggiù in fondo in fondo di te che c’era un altro te pronto a uscire nella vita, ma che era troppo lontano per essere raggiunto, e che però sapevi che c’era e che forse bastava solo cambiare strada…

Hai mai sentito…di vivere la vita di un altro?

Hai mai sentito che se solo…avresti potuto…volare leggero nella tua vita, finalmente…

Ti sei mai sentito stretto, senza aria…insoddisfatto, a disagio, insicuro…

La ribellione passa anche di qua.

Parte da tutto questo, comprende tutto ciò e va oltre.

E’ ascolto profondo di quei disagi che senti come dei malesseri. Passa attraverso loro come acqua, li penetra e li ascolta.

Dà voce alla tua parte che parla di fastidio, di insoddisfazione, di tristezza. Non cerca di ingoiare bocconi amari, di cacciarli giù più a fondo possibile nella speranza che non si facciano sentire più, prima o poi…

La ribellione ha coraggio e forza per far parlare quei blocchi che impediscono alla tua energia di fluire.

Parte dalla pancia e dal cuore, sale, va di lato, si espande e si irradia.

È solo ribellandoti che puoi diventare te stesso.

Un grande spirito è per forza un ribelle: ribellandoti a schemi, preconcetti, etichette che altri ti hanno appiccicato addosso, ad aspettative altrui, a progetti di vita di altri su di te, a visioni di vita che non ti appartengono, a ruoli che ormai ti stanno stretti.

E’ andare contro te stesso, a volte, se necessario, se un progetto scopri all’improvviso che non ti appartiene più.

E’ accettare le incoerenze e le contraddizioni, in un mondo che ti vorrebbe rigido monolita, omologato e spento.

E’ vedere tutto da un punto di vista diverso come aquile che sorvolano dall’alto e planano ogni tanto.

Vedere anche te stesso al di là di idee e copioni che hai costruito e sposato nelle tue vite, è sapere perché li hai adottati, è sceglierli al limite, ma con consapevolezza.

È saper cogliere le sfumature, quelle che stanno dietro ai tuoi discorsi e alle parole che sei solito dire, vedere con occhi senza veli.

La strada della ribellione, che certo non è un “fare quello che si vuole” fine a se stesso, o andare controcorrente per forza, si traccia camminando, passo dopo passo, e non soltanto scoprendo quello che ami e che sei in profondità, nella tua anima, ma anche stabilendo una connessione con quei fastidi e disagi, quelle voci che stanno sullo sfondo e che vanno ascoltate.

Non si fa solo con gesta eclatanti, colpi di testa, o atti folli, si può, ma non per forza. Si può anche disegnare con piccole consapevolezze e piccole luci, gesti quotidiani, scelte prese aderendo alla tua profonda saggezza.

Inizia a portare in figura quello che è sullo sfondo, semplicemente portando l’attenzione sul fatto che ci sono i disagi e i blocchi, amali, senti quali parole vorrebbero dirti: quel mal di stomaco, quelle spalle dolenti, quel nervo che ti blocca…è un inizio di strada, la strada della ribellione, quella che conduce a te stesso autentico.

E’ proprio nelle tue zone d’ombra che tanto ti danno fastidio e che vorresti nascondere il più possibile, nei tuoi “difetti” e nei tuoi errori, che si cela la tua energia più potente. Sì, proprio quella che tu vorresti tanto che stesse zitta.

Ti sei nascosto negli anni dietro di loro, perché pensavi che non saresti stato accettato. Hai vestito un vestito troppo stretto, per paura di non essere amato, di non essere voluto, di essere abbandonato.

E’ avendo il coraggio della ribellione a quegli stessi strati che ti sei messo addosso per essere accettabile nel mondo, per essere ‘come tu mi vuoi’, che puoi scoprire la tua vera energia e essere un contributo per il mondo.

Ora puoi iniziare da te, amandoti, e ribellandoti…

E ribellandoti farai spazio per la tua Bellezza, e vivendola, avrai occhi per vederla sparsa nel mondo e per generarne di nuova.

Perché ribellarsi è ritornare al bello e creare bellezza…

Roberta

Scopri il mio libro: “Potente come un Canto” Scopri di più

©Edizioni Unsolocielo – Naturagiusta 2018. Tutti i diritti riservati

Roberta Bailo
Sono un coach. Un wild coach della ribellione.
Aiuto le persone a scoprire le loro energie nascoste.
Per me essere wild significa scoprire e riscoprire la propria vera essenza e portarla nel mondo.

Wild è ritornare ai propri cicli naturali in armonia con la natura e le sue forze potenti. Wild è riscoprire la propria energia, il proprio potere e portarlo nel mondo. Wild è accedere alla propria saggezza ancestrale. Wild è anima.

Ribellione è diventato il mio mantra, ma non nel senso di andare per forza contro corrente, da outsider, ma nel senso più profondo di essere pienamente se stessi.
Ribellarsi quindi a tutto quello che impedisce il bellissimo percorso di trasformazione che è vivere.

A volte ribellarsi persino a se stessi, se questo non porta ad un di più di sé. Tradire a volte, se necessario, tradire anche idee su di noi. Stare nelle contraddizioni.
Da sempre in cammino di ricerca, ho trovato in questo mio modo di fare coaching il contributo che posso essere per il mondo, che corrisponde alla mia energia e al mio potere.

Sono felice quando, nell’incontro con un’altra persona, riesco ad aiutarla ad esserci in pienezza nella sua vita, anche se per poco e anche se solo per un aspetto.
Felice di essere stata una parte del suo cammino di consapevolezza e di liberazione da etichette, da stereotipi, da insoddisfazioni, da catene e zavorre.
Felice se l’ho aiutata a comprendere gli snodi importanti della sua vita, a superare un abbandono, ad elaborare la fine di una storia d’amore, a lasciar andare un copione da vittima o da perdente.
Aiutata senza invadere il suo campo, ma un passo indietro, nel profondo rispetto e ascolto dei suoi tempi e della sua sacralità.

Sono felice quando insieme abbiamo contribuito a creare un nuovo ordine, di amore, che so che si espanderà nel mondo e oltre, con nuove energie e vibrazioni.

Per questo ho creato dei percorsi sulla Donna Selvaggia e sui copioni di vita che ci incatenano “Tre settimane e mezzo di ribellione”.

Tengo gruppi di coaching a tema: che donna sei, i vampiri energetici, la donna selvaggia, amori finiti come uscirne, desidera, io sono, e altri in divenire. E ovviamente incontri individuali.

Pagina facebook : Roberta Bailo wildcoach 

NaturaGiusta - Essere in Evoluzione