Circondati da Psicopatici…guida per riconoscerli e difendersi

Cara Amica/o, vuoi imparare a non farti controllare e dominare da manipolatori, bugiardi, egoisti, inaffidabili e tiranni, sviluppando la tua capacità di riconoscerli ed evitarli?

Anche tu conosci probabilmente persone il cui ego è più grande della stanza in cui si trovano e che sembrano apprezzare soltanto se stesse, crogiolandosi senza pudore nella loro presunta grandezza?
Individui che sistematicamente sminuiscono e tiranneggiano il prossimo (tu) e che tuttavia incarnano soltanto l’immagine distorta delle proprie grandiose aspirazioni?

Se nella tua vita c’è una persona o più persone di questo tipo, un collega d’ufficio o il tuo capo sul posto di lavoro, il tuo partner o un amico, un genitore o un altro familiare, questo libro può darti tanti utili consigli per affrontare al meglio la situazione!

Grazie a tanti esempi pratici ed ad un’ampia serie di modelli di comportamento elaborati per le diverse situazioni, questo testo fornisce preziosi suggerimenti, facili da attuare, per gestire il rapporto con gli psicopatici con cui ti tocca relazionarti.

Circondati da Piscopatici è un guida utile per imparare a:

  • individuare immediatamente tutte le caratteristiche e gli schemi di comportamento con cui questi “torturatori” agiscono;
  • smascherare fin da subito le vere motivazioni che si nascondono dietro l’ingannevole facciata degli psicopatici;
  • liberarsi in modo efficace del ruolo di vittima attraverso un ampio ventaglio di metodi collaudati;
  • scoprire il motivo per cui queste persone sono entrate a far parte della nostra vita.

Sono manipolatori,  senza scrupoli, egoisti, menzogneri, tiranni, ingrati, offensivi, ingiusti, inaffidabili, spesso aggressivi, non riconoscono i loro errori, ridicolizzano gli altri, sono senza amore, hanno sempre ragione, vogliono sempre dimostrare che sono brave persone qualsiasi cosa facciano, fanno sempre e comunque i loro interessi e non hanno nessun ritegno a distruggere le loro relazioni per avventure di poco conto.


Acquista il Libro con Sconto 15%

Leggi un estratto dal Libro:

“Al di sopra di tutti

«Errare non è sempre umano»
Gerhard Uhlenbruck

In tutte le sfere della vita ci imbattiamo in persone che senza alcun riguardo e con cieca presunzione si pongono al di sopra degli altri, li controllano e turbano l’equilibrio della loro vita. Parlo di individui che sono disposti a sfruttare tutti i mezzi per ottenere il potere sugli altri e che esibiscono apertamente la loro presunta superiorità; individui che, a detta loro, fanno tutto nella maniera giusta, sono in grado di giudicare qualsiasi cosa e sanno esattamente ciò che gli altri devono e non devono fare. Le persone di questo tipo si sentono addirittura nate per dominare e si pongono come esempio da imitare. Nella loro follia cercano di crearsi un’ampia sfera di azione e rendono la vita di tutti coloro che non riescono a misurarsi con la loro freddezza un vero e proprio inferno. Così, ad esempio, molti di quelli che ogni mattina si recano sul posto di lavoro, hanno piuttosto la sensazione di avventurarsi in un campo di battaglia.

Non conosco quasi nessuno che non abbia nella sua cerchia di conoscenze almeno una persona dalla quale è impossibile difendersi e la cui presenza trasmette una sensazione di impotenza o addirittura di minaccia.

Questi individui con disturbi funzionali emozionali fanno uso di violenza, ma a differenza di quanto forse si potrebbe supporre, non sempre ricorrono ad aggressioni aperte o attacchi verbali. Niente di tutto questo. Sono maestri nell’arte della manipolazione e della dissimulazione. Molti ostentano atteggiamenti di grande fascino e apertura e appaiono talvolta incredibilmente interessanti. Conducono ima vita intensa e sono abilissimi nell’irretire gli altri. Ma prima o poi arriva il giorno del risveglio: chiunque abbia intrattenuto con loro un rapporto per un certo tempo sa che assomigliano a un cavallo di Troia, che dapprima si presenta come un promettente regalo, ma alla fine si rivela un’ineluttabile sciagura. La cosa assurda è che, nonostante la disperazione che seminano intorno a sé, questi individui riescono a nascondere perfettamente anche a se stessi le loro rovinose manovre.

In psicologia, i soggetti caratterizzati da questi tratti patologici si definiscono psicopatici.

Lo psicologo criminale Robert Hare dell’Università della Colombia Britannica a Vancouver si occupa a fondo di psicopatia dal 1960 ed è ritenuto il più eminente specialista in materia a livello mondiale. Il professor Hare parte dal presupposto che gli psicopatici sono predatori sociali che si fanno spietatamente strada nella vita facendo leva sul fascino e sulla manipolazione, lasciandosi alle spalle una lunga scia di cuori infranti, aspettative deluse e portafogli saccheggiati. Ignorano il significato delle parole “coscienza” e “compassione”, perciò accaparrano opportunisticamente ciò che desiderano e fanno ciò che vogliono.

Per tutti coloro che non si sono mai occupati del tema della psicopatia è quasi impossibile riuscire a credere che ci siano persone così prive di coscienza, dato che è proprio quest’ultima a rendere tale l’essere umano. Quando nel regno animale una leonessa abbatte la sua preda, non conosce riserve: non prova rimorso, se la sua vittima soffre o se i suoi piccoli abbandonati vanno incontro a morte sicura. La leonessa caccia perché fa parte della sua natura. Se però sono soggetti umani a seguire un istinto molto simile e a procedere nei confronti degli altri con la stessa spietata e assoluta freddezza, considerandoli solo una preda nel senso più ampio del termine, ecco che allora siamo chiamati a essere vigili e pronti alla difesa. Va detto però che non sono solo gli psicopatici a essere privi di scrupoli, ma anche gli individui contraddistinti da una struttura caratteriale psicopatica e quelli disposti a imporre i loro scopi opportunistici senza il minimo riguardo, rivelando così un’elevata affinità con questi caratteri. Tutti questi tipi umani compongono la cerchia allargata del sistema di controllo antisociale. Chi ha a che fare con queste persone percepisce spesso le loro aggressioni come ferite psichiche e si sente impotente e in loro totale balia. E buona parte di loro abbandona ogni speranza che ci possa essere una via di scampo a questa situazione di sofferenza. Quasi sempre, pur provando tanta preoccupazione e disperazione, le vittime degli psicopatici non sanno neppure perché hanno difficoltà ad attuare cambiamenti.”

Alessandro Castiglione il fondatore di naturagiusta insieme all’amico Menaka, è da sempre interessato a tutte le visioni filosofico-spirituali del mondo, ispirato in particolare dall’incontro con Padre Anthony Elenjimittam ed il suo “eucumenismo cosmico“.

Ha gestito per anni nel centro di Genova, il negozio di arredamento etnico orientale, con libreria specializzata in tematiche spirituali, Unsolocielo. Nello stesso periodo, dall’esperienza del negozio è nata l’associazione culturale ononima, che si occupava di promuovere e gestire attività olistiche a 360° sempre nel cuore di Genova.

In particolare ha approfondito lo studio e la pratica dello sciamanesimo tolteco tramandato da Carlos Castaneda, varie tradizioni gnostiche, il mondo orientale: yoga, taoismo, buddismo zen ed anche molti maestri moderni, come Rudolf Steiner ed Osho. 

Oltre a gestire naturagiusta, con cui vuole promuovere contenuti e prodotti positivi ed evolutivi, dopo un periodo trascorso nell’Ecovillaggio di Findhorn nella primavera del 2011, si è appassionato al mondo delle energie rinnovabili e pulite, di cui si occupa direttamente in Liguria come consulente di risparmio energetico.

Ama vivere e lavorare nella Natura.

Nessun commento

Cosa ne pensi?